www.saladellamemoriaheysel.it   Sala della Memoria Heysel   Museo Virtuale Multimediale
Onore e Memoria Football Clubs
  Onore e Memoria    39 Angeli    In Memoriam    Petizioni e Heysel    Tragedie Sorelle   To Reds... 

In Onore e Memoria delle Vittime dell'Heysel

Commemorazioni Football Clubs

Associazione Calcio Milan

Football Club Everton

Football Club Torino

Novara Calcio

ASSOCIAZIONE CALCIO MILAN

Bruxelles, Stadio "Heysel", 7.03.1990

Un mazzo di fiori fra le urla dei belgi

BRUXELLES - Cinque anni dopo, nessuna memoria. Il pochissimo che è stato fatto per ricordare il massacro dell'Heysel, lo ha fatto il Milan. Ieri mattina, alle 8,30, la messa celebrata in italiano dal reverendo Veimer ha avuto il conforto di venticinque presenze: undici rappresentanti del Milan (fra cui l'amministratore delegato Galliani, Sacchi e Donadoni), una decina di cronisti, qualche amico del celebrante. Nessuna traccia della municipalità belga, dei rappresentanti del Malines, e soprattutto della Juventus Ercole Dalma, il giovane picchiato martedì sera (i medici dell'ospedale cittadino di Brugnam gli hanno riscontrato un ematoma alla testa e una lussazione alla spalla) è stato denunciato a piede libero per resistenza e tentata aggressione a pubblico ufficiale. Il tutto, condito dalla squallida sceneggiata delle manette mentre il giovane (che è nato a Pescara ma vive qui da vent'anni con la sorella e la madre) si stava recando al lavoro. Il Milan gli ha garantito copertura legale nel processo che si svolgerà nei prossimi giorni attraverso l'avvocato Cantamessa, a seguito della squadra. Nel pomeriggio il numero dei fermati (tutti poi rilasciati) è progressivamente salito. Prima sette milanisti trovati in possesso di petardi, poi cinque italiani residenti in Lussemburgo, a cui sono stati trovati addosso dei bastoni. Infine due bagarini (uno italiano e uno spagnolo) a loro volta identificati poco prima della gara. Poco prima delle 20, quando il Milan ha fatto il suo ingresso in campo per il riscaldamento, il direttore organizzativo Paolo Taveggia, tenendo fra le mani un mazzo di trentanove rose rosse, ha accompagnato Baresi sotto la curva della tragedia. E' stata una scena allucinante: la banda ha continuato a suonare in allegria, mentre i tifosi belgi scandivano il nome del Malines. Deposti i fiori, i due milanisti sono tornati sui loro passi a capo chino, solo un tiepido applauso alle spalle. L. G.

8 marzo 1990

Fonte: La Repubblica

Torino, Stadio "Comunale", 11.03.1990

All'ingresso in campo di Juventus - Milan gli Ultras bianconeri espongono in curva Filadelfia uno striscione di ringraziamento dedicato al capitano rossonero Franco Baresi per l'omaggio rivolto dalla società meneghina alle vittime di Bruxelles prima della partita contro il Malines.

FOOTBALL CLUB EVERTON

Derby di Liverpool: il ricordo delle vittime dell'Heysel è da brividi

Venerdì scorso Liverpool ed Everton si sono sfidati ad Anfield Road in un match di FA Cup vinto dai Reds con rete decisiva messa a segno da Virgil Van Dijk. I tifosi ospiti, arrivati ovviamente in massa ad Anfield Road, hanno voluto ricordare le 39 vittime dello stadio Heysel con degli adesivi che sono stati appiccicati in ogni seggiolino del settore ospiti di Anfield Road. Gli "stickers" sono un attacco frontale al Liverpool descritto come un club: "Offeso da tutto ma che non si vergogna di niente", poi una doppia scritta in italiano ed inglese: "Noi ricordiamo il 39" con loghi di Everton e, appunto, Juventus. Oltre a questa iniziativa i tifosi dei Toffees hanno anche abbandonato il settore ospiti al minuto numero 39.

12 gennaio 2018

Fonte: Ilbianconero.com

FOOTBALL CLUB TORINO

Messaggio Twitter Torino Football Club 29.05.2018

Il Torino ricorda le vittime dell’Heysel: "Respect"

Il messaggio social di solidarietà oltre i colori del club granata, a 33 anni di distanza dalla tragedia.

Ci sono eventi che vanno oltre le rispettive passioni, momenti negativi che devono unire al di là dei colori: è il 29 maggio 2018, sono passati 33 anni dalla tragedia che vide perire 39 tifosi bianconeri allo stadio Heysel, là dove si erano recati per seguire la finale di Champions League 1985 disputata contro il Liverpool. Uno dei drammi sportivi più consistenti degli ultimi decenni. E questa mattina il Torino FC ha voluto ricordare le vittime di quella sera, senza dilungarsi in particolari argomentazioni ma con un gesto che vale più di molte parole: "Respect" il messaggio apparso sul profilo social ufficiale del club granata. Un tweet di solidarietà verso i nemici di sempre, ma in occasioni come questa i colori devono - giustamente - essere accantonati.

29 maggio 2018

Fonte: Toronews.net

Messaggio Twitter Torino Football Club 29.05.2017

Heysel, anche il Torino si unisce al ricordo: "È tragedia nazionale" - Le tragedie non hanno colore o bandiera. Non esistono morti di una fazione: davanti al dolore ci si deve unire, non dividere. E a Torino le due società che rappresentano calcisticamente la città lo dimostrano: prima la Juve, tra le prime a rendere omaggio ai caduti di Superga, poi il Torino. I granata, oggi, nel giorno dell'anniversario della tragedia dell'Heysel, che costò la vita a 39 tifosi bianconeri, sul proprio profilo Twitter danno una lezione a tutti: "32 anni fa, l'Heysel. Ci uniamo nel ricordo delle 39 vittime di quell'assurda tragedia nazionale". Con annessa foto della targa in ricordo del tristissimo evento. E le parole usate non sono casuali. "Tragedia nazionale" vuol dire tragedia di tutti. In barba agli idioti che ancora esibiscono cartelli offensivi verso un giorno così triste.

29.05.2017

Fonte: Ilbianconero.com

Messaggio Twitter Torino Football Club 29.05.2016

In memoria dell’Heysel, anche il Torino si unisce al dolore

di Roberto Moretti

Oggi è l’anniversario della strage dell’Heysel, avvenuta trentuno anni fa. Una delle pagine recenti più tristi della nostra Nazione, non solo per quanto riguarda il contesto sportivo, non è mai stata dimenticata da nessuno, anzi serve a ricordare quanto una manifestazione sportiva debba mai più associarsi a simili tragedie, simili emozioni. Allo stadio si va dopo il lavoro, per svagarsi e divertirsi. Mai per scappare, rifugiarsi, aver paura. Oggi chi ha a cuore questi concetti dedica un pensiero alle trentanove vittime di quella sciagurata finale di Coppa Campioni. Anche il Torino, separato dai colori della Juventus da rivalità sportiva, dedica un pensiero sul suo profilo Twitter, così come la Juventus aveva lasciato un personale messaggio il 4 maggio, in occasione della commemorazione delle vittime di Superga. Di fronte a simili sciagure, la rivalità del gioco lascia spazio alla fraternità, come è giusto e naturale che sia.

29 maggio 2016

Fonte: Spazioj.it

Messaggio Twitter Torino Football Club 29.05.2014

"Le tragedie non hanno bandiere", anche il Torino ricorda Heysel

di Francesco Gregorace

Le tragedie non hanno bandiere, non hanno campanilismi. 29.5.1985, Heysel. 29.5.2012, Emilia. Rip". E’ il testo di un tweet con il quale il Torino ha voluto rendere omaggio ai 39 tifosi della Juventus periti nella tragedia dello stadio di Bruxelles dove si erano recati per assistere alla finale di Coppa Campioni fra i bianconeri ed il Liverpool. La società granata ha ricordato anche il terremoto in Emilia di due anni fa.

29 maggio 2014

Fonte: Calcioweb.eu

I fiori granata all'Heysel

di Luca Argentero

BEVEREN - Una delegazione del Torino si è recata allo stadio Heysel di Bruxelles, che dista appena sessanta chilometri da Beveren. E' stato deposto un mazzo di fiori sulle gradinate della curva 2, dove, la sera del 29 maggio 1985, poco prima dell'inizio della finale di Coppa Campioni tra Juventus e Liverpool, scoppiarono violentissimi disordini che portarono alla morte trentanove persone. Ieri mattina alcuni dirigenti del Torino, il vicepresidente Nizzola, il direttore generale Luciano Moggi ed il segretario Federico Bonetto, accompagnati da Renato Zaccarelli, in rappresentanza della squadra, sono andati all'Heysel. Il mazzo di fiori è stato deposto sul muro che crollò sotto la pressione di migliaia di persone che cercavano scampo dagli assalti dei teppisti inglesi.

10 dicembre 1986

Fonte: La Repubblica

NOVARA CALCIO

Il Novara per vittime di Bruxelles

NOVARA - (m. s.) Domani i giocatori del Novara Calcio avranno un incentivo in più nell'ultima gara di campionato che li vedrà opposti alla seconda in classifica, la Virescit Boccaleone: hanno infatti deciso di devolvere il premio partita in favore delle famiglie delle vittime di Bruxelles, partecipando così alla sottoscrizione organizzata dal Juventus Club di Novara. Nei due bar cittadini, che rappresentano i centri della tifoseria bianconera (Baratto di via Omar e Passerella di corso Vercelli) la raccolta delle offerte continua fino a tutto oggi. Domani, subito dopo la Messa in suffragio dei 38 morti dell'Heysel, che verrà celebrata alla Madonna del Bosco, la somma raccolta verrà consegnata agli esponenti della Juventus che verranno espressamente da Torino per presenziare alla cerimonia religiosa. Tornando all'offerta dei giocatori del Novara c'è da precisare che essa sarà comunque effettuata anche in caso di sconfitta. Se anche nella partita d'addio gli azzurri non dovessero riuscire ad ottenere il successo (e in questo caso non riceverebbero alcun premio) martedì si incontreranno per tassarsi di un importo pari a quello che avrebbero dovuto incassare vincendo.

8 giugno 1985

Fonte: Stampa Sera

www.saladellamemoriaheysel.it  Domenico Laudadio  ©  Copyrights  22.02.2009  (All rights reserved)