www.saladellamemoriaheysel.it   Sala della Memoria Heysel   Museo Virtuale Multimediale
La Mostra di Bologna
     Tragedie Sorelle     39 Angeli     Superga 4.05.1949     In Memoriam     Onore e Memoria    

Mostra di Bologna Domenica 25 marzo 2018

50° Fondazione Juventus Club Bologna "Gaetano Scirea"

Villa "Pallavicini", via Marco Emilio Lepido, Bologna

"Settanta Angeli in un unico Cielo

Heysel e Superga tragedie sorelle"



Il buon seme

di Domenico Beccaria

Domenica 25 marzo, lo Juventus Club Bologna "Gaetano Scirea" fondato nel 1968, ha celebrato i suoi cinquant'anni di vita.

Il presidente in carica da oltre trent'anni, Franco Febbo, ha proposto un programma che prevedeva, oltre al consueto pranzo sociale, una mostra, allestita presso la Villa Pallavicini, a Bologna, quartiere di Borgo Panigale. In occasione della festa è stata presentata anche una loro pubblicazione curata da Renzo Bonoli, socio del club, dedicata ai cinquant'anni del Club con racconti e foto di tanti soci. Dato che questa è una rubrica granata con lettori prevalentemente granata, verrebbe spontaneo aggiungerci un "e chi se ne frega ?". Invece no. La ragione per cui siamo interessati e, aggiungiamolo, toccati, da questa notizia, è che la mostra presentata al folto pubblico degli intervenuti, si intitola "70 Angeli in un unico cielo - Heysel e Superga, tragedie sorelle". Già. Da alcuni anni, più precisamente dal 2014, ovvero da quando abbiamo allestito questa mostra, in collaborazione con Domenico Laudadio, curatore della Sala della Memoria Heysel, museo virtuale sulla tragedia e Francesco Caremani, scrittore e giornalista esperto di questo argomento per coinvolgimento diretto, entrambi bianconeri di provata fede, e grazie alle strazianti immagini di Salvatore Giglio, fotoreporter presente all'evento, si sono instaurati rapporti di amicizia, e ogni anno andiamo a Reggio Emilia, per le celebrazioni dell’anniversario, organizzate dal locale comitato, gestito con amore da Iuliana Bodnari e Rossano Garlassi. Così, il mio fratellino Giampaolo Muliari è stato contattato dai bianconeri felsinei che gli hanno chiesto di avere la mostra. Avrebbero potuto chiedere anche solo le tavole dedicate alla parte bianconera della tragedia, invece no. Hanno scelto di averla per intero, raccogliendo in pieno il messaggio forte che abbiamo voluto lanciare quattro anni fa. Non ci sono morti di serie A e di serie B. Tutti loro hanno diritto al rispetto da parte di tutti e chi ne infanga la memoria con scritte o cori oltraggiosi, è un infame che merita il disprezzo dell'intera collettività. Se all’epoca della mostra, specialmente nei due mesi che la precedettero, il clamore fu tanto e le discussioni sui social infuriarono, raggiungendo anche toni piuttosto caldi, da entrambe le parti, ovvero sostenitori dell'iniziativa e detrattori, ovviamente presenti in entrambe le fazioni calcistiche, oggi stiamo arrivando, pian piano, ad un sempre maggiore consenso, ad una accettazione ragionata e non imposta di questo insegnamento che la mostra ha voluto lasciare a chi ha saputo coglierlo. La Livella, come la chiamò Totò, ci mette tutti sullo stesso piano, ricchi e poveri, signori e cafoni, granata e bianconeri. Pur mantenendo i rispettivi ruoli, ben si intenda. Si può tifare a favore, si può anche tifare contro, ma ci sono dei limiti invalicabili, delle colonne d’Ercole della ragione, che non vanno oltrepassate. Questo è lo sport, questa dovrebbe essere la vita. Sana e leale competizione, nel rispetto delle regole e dell'avversario. E che vinca il migliore. "Ma anche no - come disse Nereo Rocco - se no noi non vinciamo mai !"

28 marzo 2018

Fonte: Torinoggi.it

Da 5 anni sono socio dello Juventus Club Gaetano Scirea di Bologna, in questo periodo, costellato da grandi vittorie bianconere è sempre stata molto alta l'attenzione al ricordo della tragedia dello stadio Heysel, di cui io, che nel 1985 ero un bambino, ho ricordi molto nitidi perché quanto visto non può e non deve essere dimenticato. Il club è attivo nel mantenimento di questa memoria da tanti anni. Una giornata che da quello che doveva essere, un momento di festa e di gioia sportiva, si tramuta in una giornata di morte e distruzione che non può e non deve essere dimenticata... La mostra accosta con un percorso fotografico ed articoli giornalistici del tempo la strage dell’Heysel con la tragedia del Grande Torino, che per motivi anagrafici non ho vissuto direttamente. La scomparsa di una delle squadre più forti di tutti i tempi, che costituì l'ossatura della Nazionale italiana negli anni '40 dello scorso secolo e che, a mio giudizio, avrebbe vinto a man bassa i Mondiali del 1942, se la follia della guerra non ne avesse impedito lo svolgimento, suscita ancora oggi tanto rimpianto e tanta commozione. La città di Torino e due tifoserie avversarie sì, ma unite nella tragedia, ha pagato un prezzo altissimo; scrivo queste righe nel giorno in cui è scomparso l'allenatore, ex granata, Mondonico, cui va riconosciuto, al di là del tifo, tanta competenza e tanta passione.

Federico Ansaloni (Castelfranco Emilia)



Bruxelles 29.05.1985 Superga 4.05.1949

In Memoria e Onore

Rocco Acerra   Arnaldo Agnisetta  Valerio Bacigalupo

Aldo Ballarin   Dino Ballarin   Bruno Balli

Cesare Biancardi   Andrea Bonaiuti   Émile Bongiorni

Alfons Bos    Giancarlo Bruschera    Renato Casalbore

Eusebio Castigliano    Andrea Casùla    Giovanni Casùla

Luigi Cavallero    Nino Cerullo    Willy Chielens

Ippolito Civalleri   Giuseppina Conti   Ottavio Cortina

Dirk Daeninckx    Celeste D’Inca    Egri Erbstein

Dionisio Fabbro    Rubens Fadini   Jaques François

Guglielmo Gabetto   Eugenio Gagliano    Francesco Galli

Giancarlo Gonnelli    Ruggero Grava    Giuseppe Grezar

Alberto Guarini   Giovacchino Landini   Leslie Lievesley

Ezio Loik    Roberto Lorentini    Barbara Lusci

Virgilio Maroso    Danilo Martelli    Franco Martelli

Gianni Mastroiaco    Sergio Bastino Mazzino

Valentino Mazzola    Romeo Menti   Pierluigi Meroni

Loris Messore   Piero Operto  Franco Ossola

Antonio Pangrazi   Luciano Rocco Papaluca    Luigi Pidone

Benito Pistolato    Patrick Radcliffe    Domenico Ragazzi

Antonio Ragnanese   Mario Rigamonti    Claude Robert

Mario Ronchi   Domenico Russo    Tarcisio Salvi

Gianfranco Sarto    Julius Schubert    Mario Spanu

Amedeo Giuseppe Spolaore    Renato Tosatti

Tarcisio Venturin    Jean Michel Walla    Claudio Zavaroni


www.saladellamemoriaheysel.it  by Domenico Laudadio  ©  Copyrights  22.02.2009  (All rights reserved)