Privacy Policy Cookie Policy
ARTICOLI 28-31 MAGGIO 2022
www.saladellamemoriaheysel.it   Sala della Memoria Heysel   Museo Virtuale Multimediale
ARTICOLI STAMPA e WEB 28-31 MAGGIO 2022
  Articoli 2022    Stampa e Web    Testimonianze    Interviste     Bibliografia     Epistolario   
28-31 MAGGIO 2022

ARTICOLI STAMPA e WEB 28-31 MAGGIO 2022

37 anni fa, l'Heysel

HEYSEL, IL GIORNO DELLA MEMORIA

Heysel: Juve, il ricordo deve durare per sempre

Strage Heysel, 37 anni dopo Juve ricorda vittime

La Juve ricorda l'Heysel: "Vicini alle famiglie delle vittime"

Heysel, la strage 37 anni dopo. La Juve: "Non smetteremo mai di ricordare..."

La Juve e l'Heysel: "Il ricordo durerà per sempre"

LFC marks 37th anniversary of Heysel Stadium disaster

Il Liverpool Football Club celebra il 37° anniversario del disastro dell'Heysel Stadium

Juve, 37 anni fa la tragedia dell’Heysel: Dalglish ricorda i 39 morti

Klopp and Henderson pay respects on Heysel Stadium disaster anniversary

Heysel, l'omaggio di Klopp e Henderson ad Anfield

Heysel, 37 anni dopo: il Torino si stringe forte alla Juventus

Fiorentina: "Heysel, il rispetto non conosce colori"

37 anni fa l'Heysel, Gravina: "Mai più drammi così"

Tragedia Heysel. Gravina: "Grido di dolore e giustizia per le 39 vittime, mai più..."

La strage dell’Heysel: il dramma di Juventus-Liverpool - 29 maggio 1985

Al Mirabello una via dedicata a Zavaroni

Tra letture e cerimonie l'intitolazione di una via

"Dobbiamo portare avanti la memoria"

VENARIA - Un luogo per ricordare la tragedia dell'Heysel e i 39 tifosi della Juventus...

37 anni fa, l'Heysel

Quando la memoria va a una tragedia incredibile, come quella che il 29 maggio del 1985 si verificò all’Heysel, in occasione della finale di Coppa dei Campioni che contrapponeva la Juve al Liverpool, le emozioni si accavallano. Ci sono i ricordi di chi era lì, quella sera, e che difficilmente da allora è riuscito a guardare una partita di calcio con la stessa gioia e la stessa serenità, perché il giorno dell’Heysel è uno di quelli che segna un prima e un dopo. C’è l’orrore di chi magari nemmeno era ancora nato allora, ma quando guarda quelle immagini, in un documentario, o su Internet, stenta a credere che siano vere, che siano successe. C’è poi il dramma, sempre vivo, delle trentanove famiglie che quella notte videro la loro vita cambiare. Le famiglie delle vittime, a cui non smetteremo mai di stringerci, nel pensiero e nel ricordo, oggi e tutti i giorni. Perché l’Heysel è un ricordo che dura - e deve durare - per sempre.

28 maggio 2022

Fonte: Juventus.com

ARTICOLI STAMPA e WEB 28-31 MAGGIO 2022  

29 MAGGIO 2022

HEYSEL, IL GIORNO DELLA MEMORIA

Come ogni anno, le 39 vittime della strage dello stadio Heysel vengono ricordate attraverso diverse iniziative, a Torino e non solo.

Iniziando dal campo: tutte le partite, amichevoli e di campionato, in cui sono impegnate le squadre del Settore Giovanile della Juve vengono precedute da un minuto di silenzio. Nella fattispecie, le gare di Under 15, 17 e 19 femminile, Under 14, 16 e 17 maschile.

Venendo agli eventi, si è cominciato qualche giorno fa, a Cherasco, con una cerimonia nei giardini del Santuario "Madonna delle Grazie" alla presenza dell’Associazione "Quelli di via Filadelfia". Il club era rappresentato con il gonfalone ufficiale.

Un altro momento di commemorazione per le vittime si è tenuto due giorni fa allo Juventus Museum insieme al sindaco della città di Venaria Reale, Fabio Giulivi, e dell’amministrazione comunale.

Il 29 maggio è il giorno in cui si concentrano la maggior parte delle iniziative: a Reggio Emilia, di fronte al monumento "Heysel" dello scultore fiammingo Gido Vanlessen, un momento di ricordo con la presidente e fondatrice del Comitato "Per Non Dimenticare Heysel" di Reggio Emilia. Il club presente all’evento con una lettera del Presidente Andrea Agnelli.

A Torino in "piazzetta delle vittime Heysel" la commemorazione con il sindaco Stefano Lo Russo, l’assessore regionale alle politiche sociali e all’integrazione socio-sanitaria Maurizio Marrone, l’Associazione "Quelli di via Filadelfia" con familiari delle vittime, e in rappresentanza della Juventus Gianluca Pessotto e un giocatore delle nostre Giovanili.

Ci spostiamo al Giardino di via Galimberti, a Grugliasco, teatro come ogni anno della lettura dei nomi delle vittime alla presenza di Roberto Montà, sindaco di Grugliasco, di rappresentati della Regione Piemonte, dell’Official Fan Club di Grugliasco "Alessio e Riccardo", di familiari delle vittime e di una rappresentanza bianconera.

Come sempre, il momento finale della giornata del ricordo ha come protagonista il simbolo di Torino, la Mole Antonelliana, illuminata in serata con la scritta +39 Rispetto.

29 maggio 2022

Fonte: Juventus.com

ARTICOLI STAMPA e WEB 28-31 MAGGIO 2022  

Heysel: Juve, il ricordo deve durare per sempre

Così il club bianconero sulla tragedia del 29 maggio 1985.

(ANSA) - TORINO, 29 MAG - "L'Heysel è un ricordo che dura - e deve durare - per sempre". Con questa nota la Juventus rievoca la sera del 29 maggio 1985, quando 39 persone persero la vita in una delle maggiori sciagure della storia del calcio. "Ci sono - si legge - i ricordi di chi era lì, quella sera, e che difficilmente da allora è riuscito a guardare una partita di calcio con la stessa gioia e la stessa serenità, perché il giorno dell'Heysel è uno di quelli che segna un prima e un dopo". Il club si rivolge direttamente alle famiglie, alle quali "non smetteremo mai di stringerci, nel pensiero e nel ricordo, oggi e tutti i giorni". Dusan Vlahovic, l'ultimo ad essere sbarcato nel mondo bianconero, ha dedicato un post sul proprio profilo Instagram: "Il nostro dovere è quello di ricordare. Per rispetto di chi non c'è più, per far sì che queste cose non accadano più" scrive il serbo allegando l'immagine della targa in memoria delle vittime. (ANSA)

29 maggio 2022

Fonte: Ansa.it

ARTICOLI STAMPA e WEB 28-31 MAGGIO 2022  

Strage Heysel, 37 anni dopo Juve ricorda vittime

A perdere la vita 39 tifosi bianconeri andati ad assistere alla finale di Coppa dei Campioni con il Liverpool.

La Juventus ricorda sul proprio sito ufficiale le vittime della tragedia dello stadio Heysel di Bruxelles dove il 29 maggio di 37 anni fa persero la vita 39 tifosi bianconeri andati ad assistere alla finale di Coppa dei Campioni con il Liverpool. Quando la memoria va a una tragedia incredibile, come quella che il 29 maggio del 1985 si verificò all’Heysel, in occasione della finale di Coppa dei Campioni che contrapponeva la Juve al Liverpool, le emozioni si accavallano - si legge su juventus.com - Ci sono i ricordi di chi era lì, quella sera, e che difficilmente da allora è riuscito a guardare una partita di calcio con la stessa gioia e la stessa serenità, perché il giorno dell’Heysel è uno di quelli che segna un prima e un dopo. C’è l’orrore di chi magari nemmeno era ancora nato allora, ma quando guarda quelle immagini, in un documentario, o su Internet, stenta a credere che siano vere, che siano successe. C’è poi il dramma, sempre vivo, delle trentanove famiglie che quella notte videro la loro vita cambiare. Le famiglie delle vittime, a cui non smetteremo mai di stringerci, nel pensiero e nel ricordo, oggi e tutti i giorni. Perché l’Heysel è un ricordo che dura - e deve durare - per sempre".

29 maggio 2022

Fonte: Adnkronos.it

ARTICOLI STAMPA e WEB 28-31 MAGGIO 2022  

La Juve ricorda l'Heysel: "Vicini alle famiglie delle vittime"

Il club bianconero onora la memoria dei 39 morti del 29 maggio 1985 in occasione della finale di Coppa dei Campioni con il Liverpool.

TORINO - La Juventus e la Lega Serie A non dimenticano la strage dello stadio Heysel di Bruxelles, dove il 29 maggio 1985 morirono 39 tifosi, di cui 32 italiani, in occasione della finale di Coppa dei Campioni che i bianconeri vinsero per 1-0 sul Liverpool. Quel terribile giorno i tifosi inglesi seminarono il terrore sugli spalti, causando la tragedia. "Quando la memoria va a una tragedia incredibile, come quella che il 29 maggio del 1985 si verificò all’Heysel, in occasione della finale di Coppa dei Campioni che contrapponeva la Juve al Liverpool, le emozioni si accavallano - si legge sul sito ufficiale della Juventus - ci sono i ricordi di chi era lì, quella sera, e che difficilmente da allora è riuscito a guardare una partita di calcio con la stessa gioia e la stessa serenità, perché il giorno dell’Heysel è uno di quelli che segna un prima e un dopo. C’è l’orrore di chi magari nemmeno era ancora nato allora, ma quando guarda quelle immagini, in un documentario, o su Internet, stenta a credere che siano vere, che siano successe. C’è poi il dramma, sempre vivo, delle trentanove famiglie che quella notte videro la loro vita cambiare. Le famiglie delle vittime, a cui non smetteremo mai di stringerci, nel pensiero e nel ricordo, oggi e tutti i giorni. Perché l’Heysel è un ricordo che dura - e deve durare - per sempre". Il ricordo della Lega Serie A e della Fiorentina - Ieri, prima della finale di Champions League a Parigi tra Real Madrid e Liverpool, l'ex capitano e allenatore dei Reds, Kenny Dalglish, che era in campo 37 anni fa contro la Juve all'Heysel, ha deposto una corona di fiori a bordo campo in memoria delle vittime di quella tragedia. Anche la Lega Serie A, sul suo account Twitter, ha voluto ricordare il 29 maggio 1985: "La tragedia dell’Heysel avveniva 37 anni fa. Per non dimenticare e perché non accada mai più", si legge sul profilo social del massimo campionato. Non ha dimenticato la strage dello stadio di Bruxelles la Fiorentina, che sul proprio profilo Twitter scrive: "29 Maggio 1985 - 29 Maggio 2022. Il rispetto non conosce colori".

29 maggio 2022

Fonte: Tuttosport.com

ARTICOLI STAMPA e WEB 28-31 MAGGIO 2022  

LA RICORRENZA

Heysel, la strage 37 anni dopo. La Juve:

"Non smetteremo mai di ricordare quelle 39 vittime"

Il 29 maggio 1985 a Bruxelles, prima della finale di Coppa dei campioni tra bianconeri e Liverpool, una delle più grandi tragedie del calcio. Gravina: "Mai più giornate così". La Fiorentina: "Il rispetto non conosce colori".

29 maggio - MILANO - Passano gli anni, ma il ricordo e l’orrore restano sempre indelebili. La sera del 29 maggio 1985, dentro lo stadio Heysel di Bruxelles, oggi intitolato a Re Baldovino, si consumò una delle tragedie più terrificanti della storia del calcio. Poco prima della finale di Coppa dei Campioni tra Juventus e Liverpool, 39 persone, di cui 32 italiane, morirono per il crollo del muro che delimitava il settore Z, crollo causato dalla fuga dei tifosi italiani assaliti dagli hooligans inglesi. Oggi, a 37 anni di distanza, società, istituzioni calcistiche ma anche semplici tifosi, ricordano quelle morti insensate.

Una tragedia ancora impossibile da accettare, 37 anni dopo quella sera maledetta. Il 29 maggio 1985, allo stadio Heysel di Bruxelles dove si giocava la finale di Coppa dei Campioni tra Juve e Liverpool, 39 persone (di cui 32 italiani) morivano per i disordini provocati dagli hooligan inglesi, che causarono il crollo del "settore Z" in cui s'erano ammassati i sostenitori bianconeri. Un anniversario che oggi viene ricordato con commozione e tristezza da tutto il mondo del calcio.

Heysel, un dolore ancora vivo. La tragedia di 37 anni fa

LA JUVENTUS - "Quando la memoria va a una tragedia incredibile, come quella che il 29 maggio del 1985 si verificò all'Heysel, in occasione della finale di Coppa dei Campioni che contrapponeva la Juve al Liverpool, le emozioni si accavallano - ha scritto la Juventus sul proprio sito ufficiale - Ci sono i ricordi di chi era lì, quella sera, e che difficilmente da allora è riuscito a guardare una partita di calcio con la stessa gioia e la stessa serenità, perché il giorno dell'Heysel è uno di quelli che segna un prima e un dopo. C'è l'orrore di chi magari nemmeno era ancora nato allora, ma quando guarda quelle immagini, in un documentario, o su Internet, stenta a credere che siano vere, che siano successe. C'è poi il dramma, sempre vivo, delle trentanove famiglie che quella notte videro la loro vita cambiare. Le famiglie delle vittime, a cui non smetteremo mai di stringerci, nel pensiero e nel ricordo, oggi e tutti i giorni. Perché l'Heysel è un ricordo che dura - e deve durare - per sempre".

IL PRESIDENTE GRAVINA - "Il grido di dolore e di giustizia per le 39 vittime della strage dell’Heysel - è il messaggio del presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina - ci unisce nel ricordo commosso e nella volontà di coltivare la memoria di una delle pagine più tristi della storia internazionale dello sport, affinché non si debbano più vivere giornate drammatiche come quella".

LA FIORENTINA - "29 Maggio 1985 - 29 Maggio 2022. Il rispetto non conosce colori". È questo, invece, il testo di un messaggio pubblicato sul proprio profilo Twitter dalla Fiorentina, usando l'hashtag #Heysel. Un messaggio di unione, che va al di là delle (spesso) becere manifestazioni di rivalità tra tifosi. Anche la Lega Serie A ha scritto sui social: "La tragedia dell’Heysel avveniva 37 anni fa. Per non dimenticare e perché non accada mai più".

VIETATO DIMENTICARE - Ieri sera a Parigi, prima della finale di Champions fra Liverpool e Real Madrid, la leggenda del Liverpool, Kenny Dalglish, aveva posto una corona di fiori sotto la curva dei tifosi Reds per ricordare quell'immane tragedia. Oggi anche il club inglese ricorda i morti di 37 anni sui propri canali social e con i propri uomini di spicco. I Reds hanno infatti trovato il modo di ricordare la tragedia dell'Heysel con l'allenatore Jurgen Klopp e il capitano Jordan Henderson, che hanno portato dei fiori al memoriale di Anfield. Con loro il Ceo Billy Hogan, bandiere a mezz'asta in tutti gli edifici del club inglese.

29 maggio 2022

Fonte: Gazzetta.it

ARTICOLI STAMPA e WEB 28-31 MAGGIO 2022  

La Juve e l'Heysel: "Il ricordo durerà per sempre"

A 37 anni dagli incidenti all'interno dello stadio di Bruxelles che causarono 39 vittime prima della finale di Coppa dei Campioni contro il Liverpool il club bianconero ha diffuso una toccante riflessione sul sito ufficiale.

La finale di Champions League 2021-22 si è giocata alla vigilia del 37° anniversario della tragedia dell’Heysel, verificatasi il 29 maggio 1985 prima della finale di Coppa dei Campioni tra il Liverpool e la Juventus.

Strage dell'Heysel, l'omaggio di Dalglish prima di Liverpool-Real Madrid - Per commemorare le 39 vittime di quella notte l’ex giocatore del Liverpool Kenny Dalglish, in campo quella notte a Bruxelles, ha deposto una corona di fiori sotto la curva occupata dai tifosi dei Reds, in un’altra serata segnata da scontri, anche se per fortuna senza conseguenze, tra i sostenitori del club inglese e la polizia prima dell’inizio della partita poi vinta 1-0 dal Real Madrid.

Heysel, 37 anni fa una strage ancora senza un perché - Anche la Juventus ha ricordato la strage sul proprio sito ufficiale, riflettendo su una delle notti più orribili della storia del calcio di tutti i tempi e facendo riaffiorare nelle memorie di chi era davanti alla televisione, dei famigliari delle vittime o semplicemente di chi si è fatto raccontare quelle scene o le ha viste anni dopo in tv o sul web i ricordi di una carneficina evitabile, dopo la quale la finale si svolse regolarmente, su volontà dell’Uefa, con i giocatori delle due squadre ignari delle proporzioni del massacro avvenuto, con la Juve vincitrice per 1-0 grazie al rigore trasformato da Michel Platini.

Heysel, il ricordo della Juve: "Un giorno che ha segnato un prima e un dopo" - Questo il ricordo della Juve sul sito ufficiale: "Quando la memoria va a una tragedia incredibile, come quella che il 29 maggio del 1985 si verificò all’Heysel, in occasione della finale di Coppa dei Campioni che contrapponeva la Juve al Liverpool, le emozioni si accavallano. Ci sono i ricordi di chi era lì, quella sera, e che difficilmente da allora è riuscito a guardare una partita di calcio con la stessa gioia e la stessa serenità, perché il giorno dell’Heysel è uno di quelli che segna un prima e un dopo. C’è l’orrore di chi magari nemmeno era ancora nato allora, ma quando guarda quelle immagini, in un documentario, o su Internet, stenta a credere che siano vere, che siano successe. C’è poi il dramma, sempre vivo, delle trentanove famiglie che quella notte videro la loro vita cambiare. Le famiglie delle vittime, a cui non smetteremo mai di stringerci, nel pensiero e nel ricordo, oggi e tutti i giorni. Perché l’Heysel è un ricordo che dura - e deve durare - per sempre".

29 maggio 2022

Fonte: Corriere dello Sport

ARTICOLI STAMPA e WEB 28-31 MAGGIO 2022  

LFC marks 37th anniversary of Heysel Stadium disaster

Liverpool FC remembers the 39 football fans who lost their lives at Heysel Stadium in Belgium on this day 37 years ago.

The disaster occurred before the European Cup final between Liverpool and Juventus on May 29, 1985, when events in Block Z of the stadium tragically led to the deaths of 39 people and left hundreds more injured.

As a mark of respect to those who died, floral tributes will be placed beside the Heysel memorial plaque at Anfield’s Sir Kenny Dalglish Stand on Sunday afternoon. The men’s team will observe a period of reflection at the AXA Training Centre to pay their respects following their return from Paris after the Champions League final. Flags across all club sites will be flown at half-mast throughout the day.

Sir Kenny Dalglish also laid a wreath at Stade de France ahead of kick-off in the Champions League final on Saturday evening.

Billy Hogan, LFC CEO, said: "We come together as a club to pay our respects to the 39 people who lost their lives at Heysel and remember all those affected by this tragedy.

"Our club has a rich history, which includes both times of joy and sorrow, and it’s important that we respectfully remember and reflect on the past whilst also celebrating our successes in the present and future".

In Memoria e Amicizia, in Memory and Friendship (Lista Vittime) Rest In Peace - You’ll Never Walk Alone

May 29, 2022

Source: Liverpoolfc.com

ARTICOLI STAMPA e WEB 28-31 MAGGIO 2022  

Il Liverpool Football Club celebra il 37°

anniversario del disastro dell'Heysel Stadium

Il Liverpool FC ricorda i 39 tifosi che persero la vita all'Heysel Stadium in Belgio in questo giorno 37 anni fa.

Il disastro avvenne prima della finale di Coppa dei Campioni tra Liverpool e Juventus il 29 maggio 1985, quando gli eventi nel Blocco Z dello stadio portarono tragicamente alla morte di 39 persone e provocarono altre centinaia di feriti. In segno di rispetto per coloro che sono morti, domenica pomeriggio saranno collocati omaggi floreali accanto alla targa commemorativa dell'Heysel presso lo stand Sir Kenny Dalglish di Anfield. La squadra maschile osserverà un periodo di riflessione presso l'AXA Training Center per rendere omaggio al ritorno da Parigi dopo la finale di Champions League. Le bandiere in tutti i siti dei club verranno sventolate a mezz'asta per tutto il giorno. Sir Kenny Dalglish ha anche deposto una corona di fiori allo Stade de France prima dell'inizio della finale di Champions League sabato sera. Billy Hogan, CEO di LFC, ha dichiarato: "Ci riuniamo come un club per rendere omaggio alle 39 persone che hanno perso la vita all'Heysel e ricordare tutte le persone colpite da questa tragedia. "Il nostro club ha una ricca storia, che include sia momenti di gioia che di dolore, ed è importante ricordare e riflettere rispettosamente sul passato, celebrando anche i nostri successi nel presente e nel futuro". In Memoria e Amicizia, in Memoria e Amicizia (Lista Vittime) Riposa in pace - Non camminerai mai da solo

29 maggio 2022

Fonte: Liverpoolfc.com

ARTICOLI STAMPA e WEB 28-31 MAGGIO 2022  

Juve, 37 anni fa la tragedia dell’Heysel: Dalglish ricorda i 39 morti

37 anni fa la tragedia dell'Heysel nella finale di Coppa dei Campioni tra Liverpool e Juve. Ieri Dalglish ha ricordato quel terribile giorno.

29 maggio - TORINO - È una giornata particolarmente dolorosa in casa Juve, che oggi ricorda la tragedia dell'Heysel. 39 morti e più di 600 feriti, sono passati 37 anni ma quel giorno rimane ancora una ferita aperta nel cuore dei tifosi bianconeri e di tutto lo sport. Il comunicato del club bianconero: "Quando la memoria va a una tragedia incredibile, come quella che il 29 maggio del 1985 si verificò all’Heysel, in occasione della finale di Coppa dei Campioni che contrapponeva la Juve al Liverpool, le emozioni si accavallano. Ci sono i ricordi di chi era lì, quella sera, e che difficilmente da allora è riuscito a guardare una partita di calcio con la stessa gioia e la stessa serenità, perché il giorno dell’Heysel è uno di quelli che segna un prima e un dopo. C’è l’orrore di chi magari nemmeno era ancora nato allora, ma quando guarda quelle immagini, in un documentario, o su Internet, stenta a credere che siano vere, che siano successe. C’è poi il dramma, sempre vivo, delle trentanove famiglie che quella notte videro la loro vita cambiare. Le famiglie delle vittime, a cui non smetteremo mai di stringerci, nel pensiero e nel ricordo, oggi e tutti i giorni. Perché l’Heysel è un ricordo che dura - e deve durare - per sempre". Ieri in occasione della finale di Champions League tra Liverpool e Real Madrid (vinta dai Blancos), la leggenda dei Reds Sir Kenny Dalglish (in campo quel terribile giorno) ha ricordato la tragedia dell'Heysel posando una corona di fiori sotto la curva dei tifosi della squadra inglese. Da quel giorno molte cose sono cambiate, ma la sicurezza negli stadi resta ancora oggi uno dei punti più importanti. Vedere una partita di calcio dovrebbe essere un divertente passatempo e non un'occasione dove mettere a repentaglio la vita. Questo giorno va ricordato proprio in ricordo di quei morti, per non dimenticare.

29 maggio 2022

Fonte: Juvenews.eu

ARTICOLI STAMPA e WEB 28-31 MAGGIO 2022  

Klopp and Henderson pay respects on Heysel Stadium disaster anniversary

Jürgen Klopp and Jordan Henderson today paid their respects on the 37th anniversary of the Heysel Stadium disaster. Thirty-nine football fans lost their lives prior to the European Cup final between Liverpool and Juventus on May 29, 1985, due to the tragic events that took place in Block Z of Heysel Stadium in Belgium. Reds manager Klopp and captain Henderson were joined by club CEO Billy Hogan in laying wreaths at Anfield’s Heysel memorial, while flags across all club sites are flying at half-mast throughout the day.

May 29, 2022

Source: Liverpoolfc.com

ARTICOLI STAMPA e WEB 28-31 MAGGIO 2022  

Heysel, l'omaggio di Klopp e Henderson ad Anfield

Dal sito ufficiale del Liverpool: Jürgen Klopp e Jordan Henderson hanno reso omaggio al 37° anniversario del disastro dello stadio Heysel. Trentanove tifosi di calcio persero la vita prima della finale di Coppa dei Campioni tra Liverpool e Juventus il 29 maggio 1985, a causa dei tragici eventi che si verificarono nel blocco Z dello stadio Heysel in Belgio. Il manager dei Reds Klopp e il capitano Henderson sono stati raggiunti dall'amministratore delegato del club Billy Hogan per deporre corone di fiori al monumento commemorativo dell'Heysel ad Anfield, mentre le bandiere in tutte le sedi del club sventoleranno a mezz'asta per tutto il giorno.

29 maggio 2022

Fonte: Bianconero.com

ARTICOLI STAMPA e WEB 28-31 MAGGIO 2022  

Heysel, 37 anni dopo: il Torino si stringe forte alla Juventus

Come ogni anno da quel "maledetto" 29 maggio 1985, i granata ricordano le 39 vittime di Bruxelles, inviando un messaggio di vicinanza al club bianconero.

TORINO - "Anche questa sera, come ogni anno, i nostri pensieri sono rivolti alle vittime della tragedia dell’Heysel", così il Torino attraverso i suoi profili social ufficiali ha voluto esprimere la sua vicinanza ai "cugini" della Juventus, che oggi, 29 maggio 2022, ricordano dopo 37 anni le 39 innocenti vittime dell'assurda tragedia di Bruxelles, in occasione della finale dell'allora Coppa dei Campioni tra i bianconeri e il Liverpool. Un'espressione di solidarietà da subito diventata "tradizione", proprio perché sentita visceralmente a livello cittadino.

29 maggio 2022

Fonte: Tuttosport.com

ARTICOLI STAMPA e WEB 28-31 MAGGIO 2022  

Fiorentina: "Heysel, il rispetto non conosce colori"

Il club viola ricorda la strage di 37 anni fa sui propri profili social.

FIRENZE - "29 Maggio 1985 - 29 Maggio 2022. Il rispetto non conosce colori". La Fiorentina ha voluto ricordare con queste parole, corredate dall'hashtag #Heysel sul proprio account Twitter ufficiale, la strage avvenuta 37 anni fa nel corso della finale di Coppa dei Campioni tra Liverpool e Juventus avvenuta nell'impianto sportivo belga.

29 maggio 2022

Fonte: Corriere dello Sport

ARTICOLI STAMPA e WEB 28-31 MAGGIO 2022  

37 anni fa l'Heysel, Gravina: "Mai più drammi così"

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Trentasette anni fa, l'Heysel. Il 29 maggio del 1985 a Bruxelles 39 tifosi, di cui 32 italiani, persero la vita nel Settore Z dello stadio di Bruxelles per le cariche dei tifosi del Liverpool, poco prima della finale di Coppa dei Campioni tra la Juve e la squadra inglese. "Il grido di dolore e di giustizia per le 39 vittime della strage dell'Heysel - è il messaggio del presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina - ci unisce nel ricordo commosso e nella volontà di coltivare la memoria di una delle pagine più tristi della storia internazionale dello sport, affinché non si debbano più vivere giornate drammatiche come quella" (ANSA).

29 maggio 2022

Fonte: ANSA

ARTICOLI STAMPA e WEB 28-31 MAGGIO 2022  

Tragedia Heysel. Gravina: "Grido di dolore e

giustizia per le 39 vittime, mai più drammi così"

Le parole del presidente federale nel giorno del 37° anniversario della strage. Al Museo del Calcio è esposta la maglia azzurra con il numero 39 ritirata simbolicamente dalla FIGC.

"Il grido di dolore e di giustizia per le 39 vittime della strage dell’Heysel ci unisce nel ricordo commosso e nella volontà di coltivare la memoria di una delle pagine più tristi della storia internazionale dello sport, affinché non si debbano più vivere giornate drammatiche come quella". Il presidente della FIGC Gabriele Gravina ricorda così le vittime dell’Heysel nel giorno del trentasettesimo anniversario della strage che il 29 maggio 1985 costò la vita a 39 persone per gli incidenti verificatisi prima dell’inizio della finale di Coppa dei Campioni tra Juventus e Liverpool. Al Museo del Calcio di Coverciano è esposta la maglia azzurra con il numero 39, che venne ritirata simbolicamente dalla FIGC per rendere omaggio alle vittime della tragedia dell’Heysel in occasione dell’amichevole tra Belgio e Italia disputata nel novembre 2015.

29 maggio 2022

Fonte: Figc.it

ARTICOLI STAMPA e WEB 28-31 MAGGIO 2022  

La strage dell’Heysel: il dramma di Juventus-Liverpool - 29 maggio 1985

Il 29 maggio 1985 si giocò la tragica finale di Coppa dei Campioni tra Juventus e Liverpool allo stadio Heysel, dove persero la vita 39 persone.

Spesso quando si parla di calcio restano impresse nell’immaginario collettivo, serate magiche ed imprese memorabili. Purtroppo però ci sono anche alcune pagine buie, che vorremo solo poter cancellare, ma che invece restano lì, marchiate a fuoco nella memoria comune, ad eterno ricordo degli errori commessi e a doloroso promemoria per non commetterne più. Uno dei casi più eclatanti è quello che riguarda la triste sera del 29 maggio 1985.

Nella capitale belga di Bruxelles si gioca la finale di Coppa dei Campioni tra Juventus e Liverpool. Il teatro della gara è lo stadio Re Baldovino, ribattezzato Heysel nel secondo dopo guerra. Questa designazione desta molte perplessità: come potrebbe quell’impianto obsolescente e antiquato contenere la distruttiva furia degli hooligans inglesi? Infatti non può, e complice anche la negligenza della polizia belga quella scelta costò la vita di 39 persone.

Il tutto accade circa un’ora prima del fischio d’inizio. Un gruppo di tifosi del Liverpool carica quelli che risiedevano nel Settore Z, destinato ai tifosi italiani non organizzati e ad alcuni neutrali. L’impeto degli inglesi porta un gruppo di persone ad ammassarsi contro il muro che però non riesce a reggere il troppo peso e quindi cede di schianto. È subito chiaro a tutti che la situazione è gravissima: a fine serata il bilancio conterà 39 vittime, 32 italiani, 4 belgi, 2 francesi e un irlandese.

Tuttavia, nonostante questa tragedia si decide di giocare lo stesso la finale, che inizierà con più di un’ora di ritardo. Così in un’atmosfera irreale è la Juventus ad imporsi per 1-0 grazie al gol realizzato su calcio di rigore dal francese Michel Platini. I bianconeri si portano a casa la prima Coppa dei Campioni della loro storia, ma la gioia per il trionfo viene offuscata e infine annichilita del cordoglio per le vite andate perdute in quella maledetta sera.

29 maggio 2022

Fonte: JuventusNews24

ARTICOLI STAMPA e WEB 28-31 MAGGIO 2022  

Vittime dell’Heysel

Al Mirabello una via dedicata a Zavaroni

Questa mattina alle 10,30 nei pressi del monumento di fronte al Mirabello saranno commemorate le vittime dell'Heysel e verrà scoperta la targa stradale che prevede la nuova intitolazione di parte di via Zucchi in via "Claudio Zavaroni e tutte le vittime Heysel 29.05.1985". Claudio Zavaroni (Cerezzola di Ciano d'Enza, 31 maggio 1956 -Bruxelles, 29 maggio 1985) fotografo reggiano, perse la vita durante gli scontri (NDR: nessuno scontro, ma soltanto cariche degli hooligans) causati dai tifosi inglesi prima della finale di Coppa dei Campioni tra Juventus e Liverpool, allo stadio Heysel di Bruxelles. Nella calca morirono 39 persone, di cui 32 di origini italiane e rimasero feriti circa 600 tifosi. Alla cerimonia saranno presenti l'assessore alla Partecipazione Lanfranco De Franco e il presidente della Fondazione per lo sport Mauro Rozzi.

29 maggio 2022

Fonte: Resto del Carlino (Reggio Emilia)

ARTICOLI STAMPA e WEB 28-31 MAGGIO 2022  

Dall'evento di Targia a Torino al ricordo di Reggio Emilia

Tra letture e cerimonie l'intitolazione di una via

Fra le tante iniziative che hanno costellato la giornata di ieri, dedicata da ogni tifoso juventino alla memoria della tragedia dell'Heysel, toccante è stata la lettura di Emilio Targia nel Palazzo della Regione Piemonte a Torino. Il giornalista e scrittore ha dato vita e voce al suo libro "Quella notte all'Heysel", accompagnato dal fisarmonicista Gianluca Casadei. Quarantacinque minuti intensi, nei quali si è ripercorsa la storia di quella tragica serata e del giorno seguente con lo sguardo di un ragazzo (lo stesso Targia, perché il libro racconta la sua vera storia del 29 maggio 1985 a Bruxelles), partito per andare a vivere l'immensa gioia di una finale di Coppa dei Campioni e diventato, suo malgrado, testimone di una delle più immani tragedie del calcio. Il reading, promosso dall'assessore Fabrizio Ricca, è stata l'occasione per "fare manutenzione alla memoria, perché senza la memoria saremmo solo luci spente", ha detto Targia nella chiusura, molto significativa, sul senso delle iniziative del 29 maggio. Una data spesso dimenticata dai tifosi della Juventus in passato, ma che negli ultimi quindici anni ha ripreso a essere ricordata e celebrata degnamente. Anche dal Comune di Torino, che ieri sera ha illuminato la Mole Antonelliana di bianconero, con il numero 39, in ricordo delle vittime della tragedia dello stadio Heysel, quando a causa della pessima organizzazione della finale di Coppa Campioni, morirono uomini, donne e bambini, schiacciati dalla carica degli hooligans inglesi. "Il grido di dolore e di giustizia per le 39 vittime della strage dell'Heysel ci unisce nel ricordo commosso e nella volontà di coltivare la memoria di una delle pagine più tristi della storia internazionale dello sport, affinché non si debbano più vivere giornate drammatiche come quella", ha dichiarato in una nota il presidente della Figc Gabriele Gravina. E tante sono state le squadre che hanno ricordato sui social la tragedia, a partire dalla Fiorentina. Un gesto significativo, visto che spesso proprio Firenze è stata teatro di gesti ignobili da parte di una stupida minoranza del tifo viola. "29 Maggio 1985 - 29 Maggio 2022. Il rispetto non conosce colori", il testo del messaggio pubblicato sul proprio profilo Twitter dalla Fiorentina, usando l'hashtag #Heysel. Mentre a Liverpool sono stati lo stesso Jurgen Klopp e il capitano Henderson a ricordare la tragedia, deponendo fiori davanti a una lapida di Anfield. A Reggio Emilia, di fronte al monumento "Heysel" dello scultore fiammingo Gido Vanlessen, un momento di ricordo con la presidente e fondatrice del Comitato "Per Non Dimenticare Heysel" di Reggio Emilia e i nomi delle 39 vittime letti dallo scrittore Riccardo Gambelli. Significativo, inoltre, che proprio a Reggio Emilia, nei pressi del monumento sia stata intitolata una via a "Claudio Zavaroni e tutte le vittime Heysel 29.05.1985". Tanti, infine, i giocatori che hanno voluto partecipare. Fra questi vale la pena ricordare l'ultimo arrivato bianconero Dusan Vlahovic e due veterani di sempre come Alessandro Del Piero e Claudio Marchisio.

30 maggio 2022

Fonte: Tuttosport

ARTICOLI STAMPA e WEB 28-31 MAGGIO 2022  

I MORTI ALLO STADIO

"Dobbiamo portare avanti la memoria"

Sul piazzale Vittime dell'Heysel ricordata la strage di 37 anni fa.

Trentasette anni dopo la strage, Codogno ha ricordato ieri le vittime dell'Heysel. Lo ha fatto con un minuto di silenzio e con quello intonato da una trombettista in Piazzale Vittime dell'Heysel, di fianco allo stadio Molinari, dove si sono ritrovati il sindaco Francesco Passerini, il vicesindaco Raffaella Novati, gli assessori Severino Giovannini e Silvia Salamina, il consigliere Luigi Bassi, gli studenti delle scuole medie con la dirigente scolastica Cecilia Cugini e la professoressa Vittorina Marusich, oltre a un drappello di tifosi juventini provenienti da fuori. Gli studenti hanno deposto mazzi di fiori ai piedi della segnaletica, poi è stato Passerini a spiegare il senso del commemorare la tragica finale di Coppa dei Campioni in cui morirono 39 persone. "È sempre emozionante essere qua, da quando Codogno ha voluto dedicare quest'area, e lo è anche in previsione dell'anno prossimo quando Codogno sarà Comune europeo dello sport e tutti gli atleti e i tifosi che passeranno di qui, leggeranno l'intitolazione di questo piazzale che per noi ha un valore molto forte - ha detto - Quello che è successo 37 anni fa non deve più accadere e abbiamo il dovere di portarne avanti la memoria". Il primo cittadino ha quindi ringraziato l'Associazione nazionale vittime dell'Heysel, il cui presidente Andrea Lorentini ha inviato per l'occasione una lettera a Codogno. A leggerla pubblicamente è stato lo studente Gabriele.

30 maggio 2022

Fonte: Il Cittadino di Lodi

ARTICOLI STAMPA e WEB 28-31 MAGGIO 2022  

VENARIA - Un luogo per ricordare la tragedia

dell'Heysel e i 39 tifosi della Juventus morti

Lo ha annunciato il sindaco Fabio Giulivi che, assieme al presidente del consiglio comunale, Giuseppe Ferrauto, e all'assessore Luigi Tinozzi, sono andati a deporre un omaggio floreale davanti alla stele commemorativa al J Museum, il museo della Juventus. "Anche quest'anno la Città di Venaria Reale ha voluto ricordare la strage dell'Heysel avvenuta il 29 maggio 1985, in cui morirono 39 persone, di cui 32 italiane, e ne rimasero ferite oltre 600. Insieme al Presidente del Consiglio comunale Ferrauto e all'Assessore allo Sport Tinozzi abbiamo deposto un omaggio floreale presso la stele commemorativa all'interno del J MUSEUM. Negli scorsi giorni ho inoltre protocollato una mozione, che discuteremo nel prossimo Consiglio Comunale, per dedicare in Città un luogo a questo evento drammatico, così come abbiamo fatto per il Grande Torino approvando all'unanimità la realizzazione di un luogo di memoria a Venaria. Ringraziamo il dott. Gianello e tutta la società Juventus per la disponibilità" - spiega il primo cittadino.

30 maggio 2022

Fonte: Quotidianovenaria.it

ARTICOLI STAMPA e WEB 28-31 MAGGIO 2022  

www.saladellamemoriaheysel.it  Domenico Laudadio  ©  Copyrights  22.02.2009  (All rights reserved)