www.saladellamemoriaheysel.it   Sala della Memoria Heysel   Museo Virtuale Multimediale
Salvador de Bahia 25.11.2007 Estadio da Fonta Nova
  Pagine della Memoria     Morire di Calcio     Superga 4.05.1949     Tragedia Stadio "F.lli Ballarin"  
 
 
 

Brasile, crollo allo stadio - Almeno otto vittime

Cede una tribuna dello stadio dove 60mila tifosi del Bahia stavano festeggiando la promozione in seconda divisione. Otto persone sono morte dopo un volo di 40 metri. Decine di feriti.

SALVADOR DE BAHIA, 26 novembre 2007 - Almeno 8 morti e decine di feriti dopo il crollo di una tribuna dello stadio Fonte Nova di Salvador, in Brasile. La struttura ha ceduto al termine della partita che ha sancito la promozione del Bahia in seconda divisione. Alla fine del match pareggiato 0-0 contro il Vila Nova, le 60.000 persone presenti hanno dato il via ai festeggiamenti. La sezione superiore della tribuna ha ceduto di schianto e molti spettatori sono precipitati per circa 40 metri.

LO STADIO - Il "Fonte Nova" è uno dei più noti di tutto il Brasile. Secondo il ministro dello Sport dello stato di Bahia, Raimundo Nonato, la tragedia non sarebbe stata provocata da problemi strutturali. "Molte persone senza biglietto hanno sfondato i cancelli alla fine della partita e sono entrati allo stadio", ha detto. La tribuna, quindi, avrebbe ceduto per il sovraffollamento degli spalti. "È successo tutto negli ultimi 4 minuti. La gente voleva arrivare in campo per festeggiare con i giocatori. La polizia non ha potuto far nulla e si è verificata questa tragedia". Le parole del funzionario cozzano con i giudizi emessi di recente dall'Associazione nazionale degli architetti e degli ingegneri: il Fonte Nova è considerato il più fatiscente tra i 29 principali impianti sportivi del Paese. Lo stadio, che da oggi è chiuso a tempo indeterminato, è stato teatro di un incidente nel marzo del 1971, quando fu inaugurato l'anello superiore. L'esplosione di un riflettore fece precipitare diversi spettatori durante la partita Vitoria-Gremio.

26 novembre 2007

Fonte: Gazzetta.it

Fotografia: Blogsoestado.com

Salvador de Bahia, cedono le gradinate mentre si festeggiava la promozione in serie B.

Brasile, crolla tribuna stadio 7 morti e un migliaio di feriti

Impianto vecchio, per i media brasiliani è "una tragedia annunciata".

SALVADOR DE BAHIA (BRASILE) - Tragedia allo stadio Fonte Nova di Salvador de Bahia, in Brasile, per il crollo di alcune gradinate nella parte superiore dell'impianto. Il bilancio provvisorio è di 7 morti e di circa mille feriti. La sezione superiore della tribuna ha ceduto di schianto e molti spettatori sono precipitati per circa 40 metri. Il dramma ha provocato l'immediata cancellazione di tutti i festeggiamenti previsti per la promozione del Bahia in serie B dopo lo 0-0 interno contro il Vila Nova. All'interno della struttura, una delle più note in Brasile ma ormai inadeguata e da rifare completamente in vista dei Mondiali del 2014, c'erano sessantamila spettatori. Poco dopo il fischio finale, sono venute giù alcune gradinate, facendo precipitare al suolo, anche all'esterno dell'impianto, le persone che erano sedute o appoggiate in quel punto. Contemporaneamente, c'è stata anche un'invasione di campo da parte di altri tifosi. Per il ministro dello Sport dello stato di Bahia, Raimundo Nonato, la tragedia non sarebbe stata provocata da problemi strutturali. "Molte persone senza biglietto hanno sfondato i cancelli alla fine della partita e sono entrati allo stadio", ha detto. La tribuna, quindi, avrebbe ceduto per il sovraffollamento degli spalti. "E' successo tutto negli ultimi 4 minuti. La gente voleva arrivare in campo per festeggiare con i giocatori. La polizia non ha potuto far nulla e si è verificata questa tragedia". Ora i media brasiliani parlano di "tragedia annunciata". Secondo i giudizi emessi recentemente dall'Associazione nazionale degli architetti e degli ingegneri, il Fonte Nova è considerato il più fatiscente tra i 29 principali impianti sportivi del paese. Lo stadio, che da oggi è chiuso a tempo indeterminato, è stato teatro di un incidente nel marzo del 1971, quando fu inaugurato l'anello superiore. L'esplosione di un riflettore fece precipitare diversi spettatori durante la partita Vitoria-Gremio. La bocciatura dello stadio sotto accusa è confermata dall'esclusione dalla lista degli impianti candidati ad ospitare i match dei Mondiali 2014, che la Fifa ha assegnato al Brasile meno di un mese fa. Per far parte della World Cup, Salvador avrebbe bisogno di uno stadio nuovo di zecca.

26 novembre 2007

Fonte: Repubblica.it

Fotografia: Wikipedia.org

Brasile, crolla uno stadio: otto morti

Crolla la tribuna dell'impianto di Salvador de Bahia: 60mila tifosi stavano festeggiando la promozione in serie B della loro squadra. Decine di spettatori sono rimasti feriti dopo un volo di 40 metri. I tecnici: Struttura fatiscente, appena scartata dalle candidate per i Mondiali 2014.

Salvador de Bahia - Almeno 8 morti e decine di feriti dopo il crollo di una tribuna dello stadio Fonte Nova di Salvador, in Brasile. La struttura ha ceduto al termine della partita che ha sancito la promozione del Bahia in seconda divisione. Alla fine del match pareggiato 0-0 contro il Vila Nova, le 60mila persone presenti hanno dato il via ai festeggiamenti. La sezione superiore della tribuna ha ceduto di schianto e molti spettatori sono precipitati per circa 40 metri. Lo stadio Fonte Nova è uno dei più noti di tutto il Brasile.

La versione del governo - Secondo il ministro dello Sport dello stato di Bahia, Raimundo Nonato, la tragedia non sarebbe stata provocata da problemi strutturali. "Molte persone senza biglietto hanno sfondato i cancelli alla fine della partita e sono entrati allo stadio" ha detto. La tribuna, quindi, avrebbe ceduto per il sovraffollamento degli spalti. "È successo tutto negli ultimi quattro minuti. La gente voleva arrivare in campo per festeggiare con i giocatori. La polizia non ha potuto far nulla e si è verificata questa tragedia".

I tecnici - Le parole del funzionario cozzano con i giudizi emessi recentemente dall’Associazione nazionale degli architetti e degli ingegneri: il Fonte Nova è considerato il più fatiscente tra i 29 principali impianti sportivi del paese. Lo stadio, che da oggi è chiuso a tempo indeterminato, è stato teatro di un incidente nel marzo del 1971, quando fu inaugurato l’anello superiore. L’esplosione di un riflettore fece precipitare diversi spettatori durante la partita Vitoria-Gremio.

Tragedia annunciata - Non è un caso, quindi, se i media brasiliani parlano di tragedia annunciata. In particolare, uno studio diffuso lo scorso primo novembre dall’associazione nazionale degli architetti e degli ingegneri evidenziava il deterioramento delle parti metalliche della struttura. La bocciatura del Fonte Nova è confermata dall’esclusione dello stadio dalla lista degli impianti candidati ad ospitare i match dei Mondiali 2014, che la Fifa ha assegnato al Brasile meno di un mese fa. Per far parte della World Cup, Salvador avrebbe bisogno di uno stadio nuovo.

26 novembre 2007

Fonte: Ilgiornale.it

Fotografia: Globoesporte.globo.com

Brasile: crollano spalti a Bahia

Tragedia allo stadio, almeno otto morti

Tragedia allo stadio di Salvador de Bahia, in Brasile, durante i festeggiamenti per la promozione in serie B della formazione locale. Alcune tribune del fatiscente stadio, nel quali erano presenti oltre 60 mila spettatori e che dovrà ospitare alcuni match del Mondiale del 2014, hanno ceduto facendo precipitare al suolo le persone che erano sedute o appoggiate in quel punto. Si parla di 8 morti e migliaia di feriti, molti gravi. In Brasile si parla già di tragedia annunciata, e questo la dice lunga in che condizioni siano gli impianti da gioco nel Paese sudamericano. Peccato però che saranno proprio i verdeoro a ospitare i Mondiali del 2014, diciamo che nei prossimi sette anni dovranno rimboccarsi le maniche non poco per riuscire a sistemare, in molti casi ricostruire da zero, gli stadi in vista dell'importante competizione calcistica. Il bilancio definitivo parla di otto morti e migliaia di feriti, molti dei quali gravi, dopo il crollo di una tribuna dello stadio Fonte Nova di Salvador de Bahia. La struttura ha ceduto al termine della partita che ha sancito la promozione del Bahia in serie B, alla fine del match pareggiato 0-0 contro il Vila Nova, le 60 mila persone presenti hanno dato il via ai festeggiamenti. La sezione superiore della tribuna ha ceduto di schianto e molti spettatori sono precipitati per circa 40 metri. Secondo il ministro dello Sport dello stato di Bahia, Raimundo Nonato, la tragedia non sarebbe stata provocata da problemi strutturali. "Molte persone senza biglietto hanno sfondato i cancelli alla fine della partita e sono entrati allo stadio - ha spiegato. È successo tutto negli ultimi 4 minuti. La gente voleva arrivare in campo per festeggiare con i giocatori. La polizia non ha potuto far nulla e si è verificata questa tragedia". Il crollo sarebbe così stato causato dal sovraffollamento, ma non tutti sono della stessa opinione. Le parole del funzionario cozzano infatti con i giudizi emessi recentemente dall'Associazione nazionale degli architetti e degli ingegneri: il Fonte Nova veniva considerato il più fatiscente tra i 29 principali impianti sportivi del paese. Lo stadio, chiuso a tempo indeterminato, è stato teatro di un incidente nel marzo del 1971, quando fu inaugurato l'anello superiore. In quell'occasione si è verificata un'esplosione di un riflettore che ha fatto precipitare diversi spettatori durante la partita Vitoria-Gremio.

26 novembre 2007

Fonte: Tgcom24.mediaset.it

Fotografia: Ilgiornale.it

La squadra locale stava festeggiando la promozione in serie B

Bahia: crolla parte dello stadio, 7 vittime

Ha ceduto il terzo anello dell'impianto. I feriti sono almeno una trentina

SALVADOR DE BAHIA - Sette morti e almeno 30 feriti: è il pesante bilancio del crollo del terzo anello dello stadio Fonte Nova a Salvador de Bahia, in Brasile. Secondo quanto si è appreso dai vigili del fuoco e da fonti sanitarie, sei persone sono rimaste uccise sotto le macerie degli spalti mentre un'altra è morta poco dopo il ricovero in ospedale. Gli spalti erano gremiti di tifosi in quanto la squadra locale festeggiava la promozione nella serie B brasiliana. I festeggiamenti sono stati immediatamente sospesi. Il governatore dello Stato di Bahia, Jacques Wagner, ha dichiarato tre giorni di lutto, l'interdizione dell'impianto e ha avvito un'inchiesta per accertare le cause dell'incidente. DOPO IL FISCHIO FINALE - Secondo quanto ha riferito agli organi d'informazione brasiliani il responsabile della comunicazione dei vigili del fuoco, le vittime sono precipitate da notevole altezza. Al momento dell'incidente, avvenuto alle 17,53 (le 20,53 in Italia), nello stadio vi erano circa 60 mila persone. Il crollo è avvenuto subito dopo il fischio finale dell'arbitro.

26 novembre 2007

Fonte: Corriere.it

Fotografie: Varelanoticias.com.br - Positanonews.it
 
DOCUMENTARIO GLOBOESPORTE
www.saladellamemoriaheysel.it  Domenico Laudadio  ©  Copyrights  22.02.2009  (All rights reserved)