www.saladellamemoriaheysel.it   Sala della Memoria Heysel   Museo Virtuale Multimediale
Torino 3.06.2017 Tragedia Piazza S.Carlo Anthony Bucci
  Torino 2017   Pagine della Memoria   Morire di Calcio   Superga 1949   Tragedia Stadio "Ballarin"  

Il destino di Anthony Bucci, 50enne architetto sammarinese di Domagnano, incrocia la tragedia di Piazza San Carlo a Torino il 3 giugno 2017. Frana rovinosamente sulla sua storia individuale come una gigantesca valanga. Lo stimato professionista restò ferito gravemente nella calca disperata scaturita per il panico del presunto attentato, durante la rapina dei malviventi della banda allo spray urticante. Uno dei casi più seri fra quelli rappresentati al processo come parte civile dall’avvocatessa Caterina Biafora in nome dell’Unione Nazionale Consumatori. Già precedentemente dializzato, non avendo più i reni, fu costretto alla sedia a rotelle e non riprese mai più a lavorare. Addirittura nel 2018 gli fu amputato un piede in conseguenza delle ferite aggravate dal suo diabete molto alto. Così commentava alla stampa, durante una intervista rilasciata alla televisione locale di San Marino, le proprie condizioni di salute: "Quando è cominciato il caos ho fatto pochi passi e sono finito a terra. Mi sono cadute sopra cinque persone. Ho visto la morte in faccia. Non ho potuto lavorare e per molti mesi non sono riuscito neanche a dormire dai dolori. I miei movimenti sono diventati più limitati, non ho recuperato a pieno le forze delle gambe e, non muovendomi bene, ho avuto una patologia al piede tipica dei diabetici come me: i vasi sanguigni si sono ostruiti e calcificati. Faccio fatica a individuare un colpevole, ma da architetto avevo notato l’assenza di frangiflutti e lo schermo troppo basso. Ora pretendo almeno di recuperare i mancati guadagni dei mesi in cui non ho potuto lavorare…". Il suo legale rincarò la dose: "Secondo la nostra relazione di parte, il mio assistito ha perso il piede a causa dei fatti di piazza San Carlo. Stiamo aspettando la cartella clinica che poi verrà consegnata ai nostri periti per poi procedere con una valutazione più dettagliata". L’amputazione, però, non arresta l’aggravamento delle sue condizioni generali di salute e vivrà un autentico calvario per due anni fino alla morte, il 23 gennaio 2020, nell’ospedale di Monza. Nonostante i problemi fisici era un uomo molto impegnato, non soltanto nel lavoro, ma anche nella politica della piccola Repubblica. Fu candidato con "Noi Sammarinesi" alle elezioni nel 2006 e Presidente dell’Aass (Azienda autonoma di Stato per i servizi pubblici). La popolazione si è stretta commossa intorno alla famiglia durante le esequie religiose in Domagnano. La morte di Anthony Bucci si aggiunge all’elenco delle vittime per i fatti di Piazza San Carlo, dopo quella di Erika Pioletti e Marisa Amato. La prima donna, originaria di Verbania e residente a Domodossola, fu travolta da centinaia di persone e perse la vita 15 giorni dopo. Era arrivata in coma all’ospedale San Giovanni con un danno cerebrale gravissimo. L’altra, di Beinasco, per una infezione polmonare nel gennaio 2019, dopo essere rimasta paralizzata per le conseguenze dello schiacciamento della folla, patito insieme al marito Vincenzo d’Ingeo mentre passeggiavano sotto i portici. Sarà compito delle perizie di parte, ma in primis della magistratura, di aggiungerla o meno al capo d’imputazione di omicidio colposo nel processo in atto a Torino, oltre al computo d’un congruo risarcimento. Il fascicolo d’indagine viene aperto subito, in attesa dei dovuti accertamenti e approfondimenti del caso. Questa la dichiarazione della Biafora a riguardo: "In questa fase non siamo ancora in grado di dire se ci sia un nesso causale tra le ferite riportate la notte della finale di Champions e la morte. Siamo in attesa delle cartelle cliniche da far analizzare a un nostro consulente per chiarire le cause del decesso. E per verificare se la morte sia conseguenza di una complicazione a seguito dell’amputazione del piede". Importante anche la testimonianza del fratello, Herry Bucci: "L’esperienza di piazza San Carlo ha segnato la sua vita. Aveva dei problemi di salute, ma era un uomo autonomo, con una carriera davanti. Poi tutto è precipitato: non si è più ripreso da quella sera. E adesso è morto. Era andato con alcuni amici del Politecnico di Milano. Doveva essere una serata allegra e spensierata, ma è scoppiato il delirio. Anthony mi ha più volte raccontato cos’era successo. Non riusciva a superare lo choc, quell’evento lo aveva segnato profondamente. Aveva paura se si trovava tra la folla". Racconta, poi, anche la dinamica del salvataggio nella ressa da parte dell’amico Davide: "Lo ha riconosciuto in mezzo a tutto quel caos dallo zainetto: mio fratello era riverso a terra e lui lo ha aiutato a rialzarsi. Poi sono scappati, scavalcando le transenne e cercando rifugio in una galleria". Fu ricoverato all’ospedale San Luigi di Orbassano dove rimase in degenza per i traumi ricevuti alla spalla e al torace. I medici del pronto soccorso certificarono un politrauma da schiacciamento con escoriazioni per i cocci di vetro con una prognosi di quindici giorni. Chiarisce, suo fratello: "In realtà è cominciato un calvario. Per mesi non è riuscito a dormire per i dolori al costato e alla schiena. Anthony era stato operato. Gli erano stati tolti i reni ed era un paziente dializzato, ma fino ad allora non aveva mai avuto difficoltà nella gestione della quotidianità: aveva una vita piena, era un architetto apprezzato. Era stato lui nel 2010 a progettare per San Marino il padiglione per l’Expo di Shangai. Poi, dopo l’incidente di Torino, c’è stato un crollo. Per i dolori è stato a lungo bloccato nelle sue attività motorie. Le condizioni di salute sono precipitate, fino a quando nel novembre 2018 non ha subito l’amputazione del piede destro. Vogliamo solo sapere la verità, abbiamo chiesto le cartelle cliniche al policlinico di Monza per farle analizzare. Da quella notte mio fratello non è stato più lo stesso. È morto a 50 anni e adesso chiediamo solo giustizia".

3 giugno 2020

Fonti: Cronacaqui.it - Sanmarinortv.sm - Giornalesm.com - Libertas.sm - Lastampa.it - Thesocialpost.it - Torino.corriere.it - Torinotoday.it

Fotografie: Sanmarinortv.sm - Giornale.sm
 
www.saladellamemoriaheysel.it  Domenico Laudadio  ©  Copyrights  22.02.2009  (All rights reserved)