www.saladellamemoriaheysel.it   Sala della Memoria Heysel   Museo Virtuale Multimediale
Cerimonia di Reggio Emilia  29.01.2017
   Cerimonie di Reggio   C. Zavaroni   39 Angeli   In Memoriam   Onore e Memoria   Comitato Heysel  

 
Parco Mirabello, Viale G. Matteotti, Reggio Emilia 29.01.2017
22^ Giornata del Campionato di Serie A : Sassuolo-Juventus
Cerimonia Privata in Memoria delle 39 Vittime
Commemorazione a Cura delle Tifoserie di Juventus e Sassuolo
 

I vostri contributi. Omaggio alle vittime

dell'Heysel domenica scorsa a Reggio Emilia

Uno dei momenti più tristi della storia del calcio italiano. Non c'è dubbio che la strage dell'Heysel, verificatasi il 29 Maggio 1985 poco prima del fischio d'inizio della finale di Coppa dei Campioni tra JUVENTUS e LIVERPOOL rappresenta sicuramente uno di essi, con 39 persone che purtroppo persero la vita per colpa del comportamento degli hooligans. Per ricordare e per rendere omaggio proprio alle vittime di questo drammatico incidente, il comitato "Per non dimenticare Heysel Reggio Emilia" con in testa la sua Presidente, Iuliana Bodnari (che salutiamo, e che ringraziamo per le foto sotto pubblicate) hanno organizzato domenica scorsa prima della partita di calcio tra Sassuolo e Juventus una piccola cerimonia davanti al Monumento alla Memoria sito nel Parco di via G. Matteotti (di fronte allo stadio Mirabello) a Reggio Emilia. Tantissimi gli JCD (Juventus Club Doc) presenti e provenienti da tutta Italia, e anche dalla Croazia. Nelle immagini che andiamo ad allegare possiamo vedere oltre alla locandina dell'evento, anche il monumento alla memoria, con diverse sciarpe lasciate da diversi JCD intervenuti. Un cenno speciale merita sicuramente la Foto numero 2: la presenza del fan club del Sassuolo "Gli Antenati" con il Presidente, Mario Montorsi. Una partecipazione che dimostra l'assoluto spirito di fairplay tra le due tifoserie.

31 gennaio 2017

Fonte: Guerin Sportivo



La Voce di Reggio 31.01.2017

Le 39 vittime dell’Heysel ricordate prima del match

REGGIO EMILIA - Il ricordo della strage avvenuta all'interno dello stadio Heysel, 32 anni fa, è ancora vivo nella testa di molti tifosi che quel giorno si trovavano sugli spalti dell'impianto belga e, nella giornata di ieri, come avviene ogni anno, si sono volute commemorare le 39 vittime davanti al monumento a loro dedicato, situato davanti allo stadio Mirabello di Reggio Emilia. Il ricordo dei tifosi caduti in quel drammatico 29 maggio 1985 è avvenuto come sempre nel giorno in cui si trova in città la squadra juventina. All'evento, come di consueto, hanno partecipato anche moltissimi tifosi dei club juventini, presenti in città per la sfida della formazione bianconera contro il Sassuolo. C'erano gli Juventus Club di Andria, Moncalieri, Porto Gruaro, Filadelfia 88, Forlì, Nord-est bianconero, Emilia bianconera, Abruzzo, Nucleo, Castelfiorentino, Club Juve Croatia, i sostenitori della formazione neroverde con il Club Nero-Verde del Sassuolo calcio e il Club Sassuolo Gli Antenati, che hanno voluto essere presenti in segno di fair play tra le tifoserie. I sostenitori bianconeri hanno posato sul monumento commemorativo una corona di fiori in ricordo delle 39 persone che il 29 maggio 1985 hanno perso la vita prima del fischio d'inizio della finale della Coppa dei Campioni tra Liverpool e Juventus, cercando di scappare alla carica degli hooligans inglesi e rimanendo schiacciati in seguito al crollo di un muro dello stadio per il troppo peso che era stato costretto a sostenere. Il monumento dedicato ai caduti dell'Heysel, che si trova di fronte allo stadio Mirabello è l'unico presente in Italia, con la città di Reggio che fu toccata direttamente dalla strage poiché tra le 39 vittime c'era anche Claudio Zavaroni, fotografo reggiano e tifoso juventino, che si era recato in Belgio per assistere alla finale di Coppa dei Campioni della sua squadra del cuore e immortalare quei momenti che sarebbero dovuti rimanere per lui dei ricordi indelebili. Zavaroni all'epoca dei fatti aveva 28 anni. La presidentessa del comitato per non dimenticare i caduti dell'Heysel, Iuliana Bodnari, da anni si sta battendo perché il ricordo di quanto successo in quel drammatico 29 maggio non venga mai dimenticato e, proprio per questo motivo, durante tutta la stagione sportiva vengono organizzate delle partite di calcio per spiegare anche ai più giovani quanto successo quel giorno, mentre i figli dei caduti e la società bianconera ancora oggi stanno aspettando di sapere di chi sia la responsabilità di quanto avvenuto su quegli spalti. "Ci siamo ritrovati qui, nel giorno 29 (proprio come in quel tragico 29 maggio) – ha spiegato Iuliana Bodnari – per ricordare i 39 angeli che non ci sono più. Non poteva esserci occasione migliore della presenza della Juventus e dei suoi tifosi a Reggio Emilia, per la partita di campionato contro il Sassuolo". La mattinata si è conclusa con un caloroso applauso da parte dei tanti presenti.

30 gennaio 2017

Fonte: Gazzettadireggio.it

Iuliana Bodnari (Presidente Comitato "Per non dimenticare Heysel" di Reggio Emilia): "Oggi 29 gennaio 2017 si è svolto davanti al monumento alla memoria Heysel una piccola cerimonia con omaggio floreale e tantissima partecipazione. L'emozione è stata tanta dando lettura dei nomi delle 39 vittime. Ho riabbracciato tantissimi amici e colgo questa occasione per ringraziarvi tutti. Sono stata molto piacevolmente sorpresa della partecipazione graditissima di Fondazione dello Sport. Conoscere e stringere la mano al Presidente Mario Montorsi del club di Sassuolo Gli Antenati ed ai soci è stato un onore. Un ringraziamento speciale a tutti i JCD: della Croatia (hvala lepo) - Castefiorentino Valdelsa - NordEst bianconero - Gli Antenati - Moncalieri - Forlì - Crecchio Abruzzo per la prima volta e non sarà l'ultima - Via Filadelfia 88". (Fonte: Comitato "Per non dimenticare Heysel" di Reggio Emilia)

Domani commemorazione al Monumento alle vittime dell’Heysel

L’arrivo della Juventus in città sarà l’occasione per commemorare le 39 persone che morirono allo stadio Heysel, in Belgio, in occasione della finale di Coppa Campioni tra i bianconeri e il Liverpool...

L’arrivo della Juventus in città sarà l’occasione per commemorare le 39 persone che morirono allo stadio Heysel, in Belgio, in occasione della finale di Coppa Campioni tra i bianconeri e il Liverpool il 29 maggio 1985. Domani mattina, su iniziativa del comitato "Per non dimenticare l’Heysel", ci sarà un incontro davanti al monumento (nella foto) che ricorda quella tragedia, nel parco di via Matteotti, di fronte allo stadio Mirabello e alla tribuna intitolata a Claudio Zavaroni, la vittima reggiana. Alla commemorazione saranno presenti alcuni rappresentanti del "Juventus club doc" di Moncalieri, altri gruppi di tifosi juventini e il club neroverde "Gli Antenati" di Sassuolo. Chiunque voglia partecipare è naturalmente ben accetto. L’opera è stata realizzata dallo scultore fiammingo Gido Vanlessen e ricorda le gradinate dello stadio devastate dalla furia degli hooligans inglesi. Il monumento fu prestato poi acquistato, ed infine donato, al Comune di Reggio Emilia.

28 gennaio 2017

Fonte: Gazzetta di Reggio

CALCIO SERIE A / DOMANI ALLE ORE 15

Tutto pronto per l’arrivo della Juve in città

E’ tempo di vigilia per la sfida più attesa dell’anno, almeno da parte degli appassionati reggiani del grande calcio e tifosi bianconeri. Domani al Mapei Stadium, con fischio d’inizio alle ore 15, si gioca Sassuolo-Juventus: i biglietti sono andati letteralmente a ruba, con un tutto esaurito anticipato di qualche giorno per l’arrivo dei cinque volte campioni d’Italia in carica… In occasione di questo evento, il comitato "Per non dimenticare l’Heysel" di Reggio Emilia ha deciso di organizzare un incontro davanti al Monumento alla memoria, sito nel parco di via G. Matteotti (di fronte allo stadio Mirabello) per onorare la memoria dei 39 angeli scomparsi in quella drammatica notte di Bruxelles. A partire dalle ore 10 di domenica, l’invito è rivolto a tutti i supporters di qualsiasi sport e alla cittadinanza per l’incontro in cui saranno presenti alcuni rappresentanti del "Juventus club doc" di Moncalieri e i tifosi del nordest e il club neroverde "Gli Antenati" di Sassuolo, i quali hanno accettato l'invito, decisamente entusiasti di poter partecipare per la prima volta in amicizia e all'insegna del Fair Play tra le due tifoserie, per sottolineare l'importanza della strage allo stadio Heysel di Bruxelles in occasione della finale della Coppa dei Campioni 1985 tra Juventus e Liverpool.

28 gennaio 2017

Fonte: La Voce

www.saladellamemoriaheysel.it  Domenico Laudadio  ©  Copyrights  22.02.2009  (All rights reserved)