Privacy Policy Cookie Policy
ALBERTO GUARINI ♥
www.saladellamemoriaheysel.it   Sala della Memoria Heysel   Museo Virtuale Multimediale
Alberto Guarini ❤ (Il Palatennis)
   Alberto Guarini   39 Angeli   In Memoriam   Cerimonie di Mesagne   Onore e Memoria   
 ITALIA   21-06-1964   Mesagne (BR)   Anni 20

Festa di chiusura della Scuola di Tennis 2021-22

e consegna della borsa di studio "Alberto Guarini"

di Giuseppe Messe

Si è conclusa, con la cerimonia di chiusura, la Scuola Tennis del "Dino De Guido" di Mesagne per la stagione 2021/22.

Un’annata che ha visto il coinvolgimento di circa 80 ragazzi. Quello appena trascorso è stato un anno che ha segnato il ritorno alla quasi normalità. Infatti, come sottolineato dal Maestro Nazionale Armando Caforio, si è ritornati a svolgere attività di Fit Junior e a programmare le trasferte ai Tornei Junior Next Gen per i ragazzi agonisti. Anche l’attività dei campionati a squadre è stata considerevole con una squadra qualificata alle finali di Macroarea, quella Under 12 femminile. Durante la cerimonia di chiusura, sono intervenuti numerosi ragazzi e genitori, il consiglio di amministrazione del circolo, lo staff tecnico, composto da Armando Caforio, Luigi Pisoni e Giuseppe Canuto per la parte tecnica e da Alessandra Parato per la preparazione fisica. Il presidente del sodalizio gialloblù, Nicola De Guido, nel suo intervento, ha sottolineato la volontà del consiglio direttivo di potenziare ulteriormente la Scuola Tennis nei prossimi anni provando a dare un servizio ancora più efficiente, puntuale e di qualità. Inoltre, ha evidenziato che la squadra di punta del sodalizio di Via Beato Bartolo Longo, quella della serie B2 maschile, è riuscita nell’impresa di migliorare il risultato raggiunto lo scorso anno, riuscendo a piazzarsi al terzo posto nel proprio girone, evitando, così, i pericolosi play out. Contestualmente, ha ringraziato tutti gli sponsor che hanno contribuito generosamente al sostegno della squadra a livello economico ... (NdR: Omissis) Infine, durante la cerimonia, oltre alla premiazione degli allievi, è stata assegnata l’annuale borsa di studio "Alberto Guarini"; borsa di studio che prevede la partecipazione ad una settimana presso il centro estivo FIT di Castel di Sangro per un allievo della Scuola Tennis del circolo. L’assegnazione della stessa da parte di una commissione, scaturisce dall’esame dell’aspetto tecnico, dell’impegno, del comportamento, dell’educazione e del profitto scolastico. La borsa di studio è dedicata alla memoria del giovane tennista mesagnese, socio del sodalizio, Alberto Guarini, scomparso prematuramente il 29 maggio 1985 in occasione della finale di Coppa dei Campioni tra la Juventus e il Liverpool nello stadio Heysel di Bruxelles nel quale si perpetrò una vera e propria strage. Alla presenza della madre e della sorella di Alberto, la borsa di studio è stata consegnata al vincitore di quest’anno Pierpaolo Pagliara. Fonte: Mesagnesera.it © 4 luglio 2022 (Testo © Fotografia)

Intitolato a una vittima dell’Heysel

Mesagne: inaugurato il palatennis "Alberto Guarini"

Nei giorni scorsi è stato inaugurato formalmente il Palatennis "Alberto Guarini" nell’ambito del Circolo Tennis "Dino De Guido" di Mesagne, ormai sodalizio d’eccellenza del tennis pugliese. L’intitolazione della nuova struttura al giovane Alberto Guarini ha un profondo significato soprattutto affettivo oltre che culturale e sociale; il 29 maggio del 1985, allo stadio "Heysel" di Bruxelles, si disputava la finale di Coppa dei Campioni di calcio tra le squadre della Juventus e del Liverpool. Alberto Guarini, il padre Bruno, peraltro, socio fondatore del Circolo mesagnese, e numerosi tifosi italiani, erano in quello stadio in un clima di gioioso entusiasmo, quando, ancor prima dell’inizio dell’incontro, gli "hooligans" inglesi, ubriachi e violenti, scatenavano la propria follia, aggredendo gli inermi tifosi italiani. Perdevano la vita tragicamente 39 persone, 37 delle quali di nazionalità italiana. Alberto perdeva la sua giovane vita schiacciato letteralmente dalla folla delirante e il padre Bruno rimaneva gravemente ferito; rientrerà a Mesagne solo dopo qualche mese di cure prestate, prima a Bruxelles e dopo a Bologna. Proprio a conclusione di quell’infausto 1985, il Circolo ospitava una interessante conferenza del giudice costituzionale on. Prof. Renato Dell’Andro, del quale fu discepolo Dino De Guido, socio fondatore e primo vice presidente del sodalizio, scomparso prematuramente nel 1976, al quale il club mesagnese è intitolato; il tema della conferenza era strettamente inerente all’evento appena vissuto: "Sport e democrazia". Il 28 gennaio 1986, su iniziativa di molti amici della famiglia Guarini, unitamente ad alcune associazioni sportive e non, si costituiva la Fondazione "Alberto Guarini" che, nel ricordo di Alberto, giovane universitario appena ventenne, sportivo, dolce e amante dello sport, si proponeva come obiettivo primario, quello di rappresentare un monito nei confronti di qualsivoglia degenerazione nello sport, attraverso opportune iniziative culturali, sociali e sportive soprattutto rivolte ai giovani e al territorio. La presidenza della nascente fondazione veniva affidata al dott. Gino Sconosciuto, legato alla famiglia Guarini da un vincolo di profonda, affettuosa e storica amicizia; la sua presidenza è stata ininterrotta sino all’atto conclusivo, quando, dopo 32 anni di vita e di tanta apprezzabile attività, la Fondazione decideva di devolvere l’intero patrimonio residuo al Circolo Tennis "Dino De Guido" di Mesagne affinché il sodalizio potesse procedere alla copertura dei campi n. 3 e 4 con una struttura pressostatica removibile nei mesi estivi per consentire ai frequentatori della Scuola Addestramento Tennis di svolgere l’attività didattica anche nel periodo autunno-invernale, senza interruzioni dovute alle avverse condizioni atmosferiche; istituire una borsa di studio "Alberto Guarini" consistente nel finanziare annualmente la partecipazione ad uno stage di addestramento presso un centro estivo nazionale della FIT per un allievo della Scuola addestramento Tennis che si sia distinto per i risultati tecnici e comportamentali; abbinare il tradizionale appuntamento annuale del torneo Nazionale Open di Tennis al Memorial "Alberto Guarini" che, giunto alla sua 19^ edizione, quest’anno si svolgerà dal 7 al 16 giugno. La cerimonia di inaugurazione, alla presenza di un folto pubblico di soci e appassionati del tennis, è iniziata con gli interventi del Presidente della Fondazione Gino Sconosciuto e del Presidente del Circolo Tennis "Dino De Guido" Nicola De Guido i quali, ciascuno per le proprie competenze, hanno dettagliato l’evoluzione dell’ operazione che ha visto come obiettivo precipuo, l’unione delle forze e la condivisione di un progetto comune che, fortemente sostenuto dalla famiglia Guarini, potesse degnamente ricordare la figura di Alberto. I due relatori hanno voluto pubblicamente ringraziare la dott.ssa Notaio Augusta Massari che ha supportato il progetto sotto l’aspetto giuridico e procedurale, con passione e professionalità. Si è proceduto, quindi, al momento più emozionante della cerimonia, alla presenza della famiglia di Alberto, della mamma Lucia, della sua unica sorella Paola e del nipote Gabriele, al quale è stato riservato il compito del taglio del nastro inaugurale della nuova struttura, a cui è seguita la Santa Benedizione impartita da don Angelo Galeone, decano dei sacerdoti mesagnesi. Da ultimo, quale migliore rappresentazione dello spirito dell’obiettivo raggiunto, i bambini e i ragazzi della Scuola Addestramento Tennis 2018/2019, si sono esibiti sotto la guida del loro staff tecnico. Erano presenti il presidente del Comitato Regionale FIT Francesco Mantegazza, i consiglieri regionali Enzo Sferra e Alessandro Dell’Aquila, il Delegato Provinciale FIT Francesco Ruggiero e il Delegato Provinciale del CONI Oronzo Pennetta; messaggi augurali sono pervenuti dai due consiglieri nazionali FIT Donato Calabrese e Isidoro Alvisi che, nel corso degli anni, hanno sempre fatto sentire la loro amichevole vicinanza al sodalizio mesagnese. Il Palatennis "Alberto Guarini", d’ora in avanti, dovrà costituire un insostituibile contenitore di solidarietà, amicizia e bellezza interiore, nel segno dei valori più esaltanti che lo sport deve necessariamente donare alle nuove generazioni. Circolo "Dino De Guido" Fonte: Noinotizie.it © 6 giugno 2019 (Testo © Fotografie)

Inaugurato al Ct De Guido di Mesagne il Palatennis "Alberto Guarini"

La nuova struttura dedicata alla memoria del ventenne studente universitario morto il 29 maggio 1985 nella tragedia dell'Heysel.

MESAGNE - Nei giorni scorsi è stato inaugurato formalmente il Palatennis "Alberto Guarini" nell’ambito del Circolo Tennis "Dino De Guido" di Mesagne, ormai sodalizio d’eccellenza del tennis pugliese. L’intitolazione della nuova struttura al giovane Alberto Guarini ha un profondo significato soprattutto affettivo oltre che culturale e sociale. Il 29 maggio del 1985, allo stadio "Heysel" di Bruxelles, nella tragedia causata dagli hooligan inglesi prima dell’inizio della finale di Coppa dei Campioni di calcio tra le squadre della Juventus e del Liverpool trovarono la morte 39 persone, 37 (NdR: 32) delle quali di nazionalità italiana, tra queste il giovanissimo Alberto Guarini mentre il padre Bruno rimaneva gravemente ferito. Proprio a conclusione del 1985, il Circolo ospitava una interessante conferenza del giudice costituzionale Renato Dell’Andro, del quale fu discepolo Dino De Guido, socio fondatore e primo vice presidente del sodalizio, scomparso prematuramente nel 1976, al quale il club mesagnese è intitolato; il tema della conferenza era strettamente inerente all’evento appena vissuto: "Sport e democrazia". Il 28 gennaio 1986, su iniziativa di molti amici della famiglia Guarini, unitamente ad alcune associazioni sportive e non, si costituiva la Fondazione "Alberto Guarini", nel ricordo del giovane universitario appena ventenne. La presidenza della nascente fondazione veniva affidata a Gino Sconosciuto, legato alla famiglia Guarini da un vincolo di profonda, amicizia. Dopo 32 anni di vita e di attività, la Fondazione Guarini decideva di devolvere l’intero patrimonio residuo al Circolo Tennis "Dino De Guido" di Mesagne affinché il sodalizio potesse procedere alla copertura dei campi 3 e 4 con una struttura pressostatica amovibile nei mesi estivi per consentire ai frequentatori della Scuola addestramento tennis di svolgere l’attività didattica anche nel periodo autunno-invernale. Altro scopo, istituire una borsa di studio "Alberto Guarini" consistente nel finanziare annualmente la partecipazione ad uno stage di addestramento presso un centro estivo nazionale della Fit per un allievo della Scuola addestramento Tennis distintosi per i risultati tecnici e comportamentali. Infine, abbinare il tradizionale appuntamento annuale del Torneo nazionale open di tennis al Memorial "Alberto Guarini" che, giunto alla sua 19^ edizione, quest’anno si svolgerà dal 7 al 16 giugno. La cerimonia di inaugurazione della struttura, alla presenza di un folto pubblico di soci e appassionati del tennis, è iniziata con gli interventi del presidente della Fondazione, Gino Sconosciuto, e del presidente del Circolo Tennis "Dino De Guido", Nicola De Guido. Si è proceduto, quindi, al momento più emozionante della cerimonia, alla presenza della famiglia di Alberto, della mamma Lucia, della sua unica sorella Paola e del nipote Gabriele, al quale è stato riservato il compito del taglio del nastro inaugurale della nuova struttura, a cui è seguita la benedizione impartita da don Angelo Galeone, decano dei sacerdoti mesagnesi. Da ultimo, quale migliore rappresentazione dello spirito dell’obiettivo raggiunto, i bambini e i ragazzi della Scuola addestramento tennis 2018/2019, si sono esibiti sotto la guida del loro staff tecnico.  Erano presenti il presidente del Comitato Regionale Fit, Francesco Mantegazza, i consiglieri regionali Enzo Sferra e Alessandro Dell’Aquila, il delegato provinciale Fit, Francesco Ruggiero, e il delegato provinciale del Coni, Oronzo Pennetta.  Fonte: Brindisireport.it © 5 giugno 2019 (Testo © Fotografia)

Mesagne, inaugurato nel Circolo Tennis

"De Guido" il Palatennis "Alberto Guarini"

Nei giorni scorsi è stato inaugurato formalmente il Palatennis "Alberto Guarini" nell’ambito del Circolo Tennis "Dino De Guido" di Mesagne, ormai sodalizio d’eccellenza del tennis pugliese. L’intitolazione della nuova struttura al giovane Alberto Guarini ha un profondo significato soprattutto affettivo oltre che culturale e sociale; il 29 maggio del 1985, allo stadio "Heysel" di Bruxelles, si disputava la finale di Coppa dei Campioni di calcio tra le squadre della Juventus e del Liverpool. Alberto Guarini, il padre Bruno, peraltro, socio fondatore del Circolo mesagnese, e numerosi tifosi italiani, erano in quello stadio in un clima di gioioso entusiasmo, quando, ancor prima dell’inizio dell’incontro, gli "hooligans" inglesi, ubriachi e violenti, scatenavano la propria follia, aggredendo gli inermi tifosi italiani. Perdevano la vita tragicamente 39 persone, 37 (NdR: 32) delle quali di nazionalità italiana. Alberto perdeva la sua giovane vita schiacciato letteralmente dalla folla delirante e il padre Bruno rimaneva gravemente ferito; rientrerà a Mesagne solo dopo qualche mese di cure prestate, prima a Bruxelles e dopo a Bologna. Proprio a conclusione di quell’infausto 1985, il Circolo ospitava una interessante conferenza del giudice costituzionale on. Prof. Renato Dell’Andro, del quale fu discepolo Dino De Guido, socio fondatore e primo vice presidente del sodalizio, scomparso prematuramente nel 1976, al quale il club mesagnese è intitolato; il tema della conferenza era strettamente inerente all’evento appena vissuto: "Sport e democrazia". Il 28 gennaio 1986, su iniziativa di molti amici della famiglia Guarini, unitamente ad alcune associazioni sportive e non, si costituiva la Fondazione "Alberto Guarini" che, nel ricordo di Alberto, giovane universitario appena ventenne, sportivo, dolce e amante dello sport, si proponeva come obiettivo primario, quello di rappresentare un monito nei confronti di qualsivoglia degenerazione nello sport, attraverso opportune iniziative culturali, sociali e sportive soprattutto rivolte ai giovani e al territorio. La presidenza della nascente fondazione veniva affidata al dott. Gino Sconosciuto, legato alla famiglia Guarini da un vincolo di profonda, affettuosa e storica amicizia; la sua presidenza è stata ininterrotta sino all’atto conclusivo, quando, dopo 32 anni di vita e di tanta apprezzabile attività, la Fondazione decideva di devolvere l’intero patrimonio residuo al Circolo Tennis "Dino De Guido" di Mesagne affinché il sodalizio potesse procedere alla copertura dei campi n. 3 e 4 con una struttura pressostatica removibile nei mesi estivi per consentire ai frequentatori della Scuola Addestramento Tennis di svolgere l’attività didattica anche nel periodo autunno-invernale, senza interruzioni dovute alle avverse condizioni atmosferiche; istituire una borsa di studio "Alberto Guarini" consistente nel finanziare annualmente la partecipazione ad uno stage di addestramento presso un centro estivo nazionale della FIT per un allievo della Scuola addestramento Tennis che si sia distinto per i risultati tecnici e comportamentali; abbinare il tradizionale appuntamento annuale del torneo Nazionale Open di Tennis al Memorial "Alberto Guarini" che, giunto alla sua 19^ edizione, quest’anno si svolgerà dal 7 al 16 giugno. La cerimonia di inaugurazione, alla presenza di un folto pubblico di soci e appassionati del tennis, è iniziata con gli interventi del Presidente della Fondazione Gino Sconosciuto e del Presidente del Circolo Tennis "Dino De Guido" Nicola De Guido i quali, ciascuno per le proprie competenze, hanno dettagliato l’evoluzione dell’ operazione che ha visto come obiettivo precipuo, l’unione delle forze e la condivisione di un progetto comune che, fortemente sostenuto dalla famiglia Guarini, potesse degnamente ricordare la figura di Alberto. I due relatori hanno voluto pubblicamente ringraziare la dott.ssa Notaio Augusta Massari che ha supportato il progetto sotto l’aspetto giuridico e procedurale, con passione e professionalità. Si è proceduto, quindi, al momento più emozionante della cerimonia, alla presenza della famiglia di Alberto, della mamma Lucia, della sua unica sorella Paola e del nipote Gabriele, al quale è stato riservato il compito del taglio del nastro inaugurale della nuova struttura, a cui è seguita la Santa Benedizione impartita da don Angelo Galeone, decano dei sacerdoti mesagnesi. Da ultimo, quale migliore rappresentazione dello spirito dell’obiettivo raggiunto, i bambini e i ragazzi della Scuola Addestramento Tennis 2018/2019, si sono esibiti sotto la guida del loro staff tecnico. Erano presenti il presidente del Comitato Regionale FIT Francesco Mantegazza, i consiglieri regionali Enzo Sferra e Alessandro Dell’Aquila, il Delegato Provinciale FIT Francesco Ruggiero e il Delegato Provinciale del CONI Oronzo Pennetta; messaggi augurali sono pervenuti dai due consiglieri nazionali FIT Donato Calabrese e Isidoro Alvisi che, nel corso degli anni, hanno sempre fatto sentire la loro amichevole vicinanza al sodalizio mesagnese. Il Palatennis "Alberto Guarini", d’ora in avanti, dovrà costituire un insostituibile contenitore di solidarietà, amicizia e bellezza interiore, nel segno dei valori più esaltanti che lo sport deve necessariamente donare alle nuove generazioni.   Fonti: Ilgazzettinobr.it © 5 giugno 2019 (Testo © Fotografie)

Museo Virtuale Multimediale © Domenico Laudadio Copyrights 2009 (All rights reserved)