www.saladellamemoriaheysel.it   Sala della Memoria Heysel   Museo Virtuale Multimediale
Numeri e Heysel
    39 Angeli     Lo Stadio Heysel     In Arte, Heysel     In Memoriam     Bibliografia    

 
       UNA TRAGEDIA IN CIFRE

 

 NUMERI e HEYSEL 

 I Biglietti        L'Incasso        I Controlli  

 Lo Stadio        Il Servizio d'Ordine         I Disordini  

 La Tragedia        La Partita        Le Sanzioni Sportive  

 Il Danno e la Beffa        La Solidarietà        L'Associazione  

 La Giustizia        I Responsabili        Il Primo Processo  

 Le Prime Condanne        L'Appello        I Risarcimenti  

 Anfield Road, 5.04.2005   

 
NUMERI e HEYSEL

I BIGLIETTI

 I BIGLIETTI 

 400.000  le richieste di biglietti per la finale fra Juventus e Liverpool.

 450.000  lire Bologna-Bruxelles in aereo compreso biglietto gradinata.

 10.000  lire più spese del pullman la cifra del biglietto da Torino.

 9.600  lire il prezzo di uno dei biglietti del "bloc Z" in vendita a Bruxelles,

poichè destinati a spettatori belgi, acquistato da bagarini,

emissari di Clubs ed agenzie e maggiorato fino a  80.000  lire...

Da  600  franchi a  70  sterline il prezzo fatto dai bagarini fuori allo stadio.

NUMERI e HEYSEL
L'INCASSO

 L'INCASSO 

La somma degli introiti dell'incasso del match dichiarata dagli avvocati dell'Uefa

e contestato dalle parti civili durante il dibattimento processuale a Bruxelles

ammontava a:  64.272.000  franchi ( 1,5  milioni di euro).

Al Comune di Bruxelles  2.100.000  franchi ( 52.000 euro).

Alla Federazione belga  7.200.000  franchi ( 178.483  euro).

Al Liverpool ed alla Juventus  18.000.000  di franchi ( 446.208  euro).

All'Uefa  13.280.000  ( 329.866  euro).

NUMERI e HEYSEL
I CONTROLLI

 I CONTROLLI 

  58000  gli spettatori paganti.  4  o  5  mila i tifosi inglesi

entrati senza biglietto per inadeguatezza dei controlli.

 80  centimetri l'ampiezza delle  2  porticine d'ingresso ai settori della curva.

 2  poliziotti addetti al controllo degli inglesi, poi spariti.

 50  o  60  anni l'età dell'unico addetto al controllo dei loro biglietti.

 1  il cantiere incustodito dove gli inglesi si armavano di spranghe e di mattoni.

 20 ,  30  franchi (  5  o  6  mila lire) la mancia da allungare alle maschere

disposte a trasformare in ingressi di tribuna i tagliandi di curva.

NUMERI e HEYSEL
LO STADIO

 LO STADIO 

 1930  l'anno d’inaugurazione dell'impianto sportivo

con la partita amichevole fra l'Anderlecht ed il Torino di Valentino Mazzola.

 1  vittima a Bruxelles c'era già stata il  23  maggio  1984 

durante la finale d'andata della Coppa  U.E.F.A. fra Anderlecht e Tottenham,

il giovane Ian Flanagan, ucciso dal proprietario del bar Les Mosquetairs.

 50.000  spettatori la capienza totale dello stadio "Heysel".

 23.200  la capienza della curva che ospitava i settori X Y e Z.

 6.000  posti nel settore Z destinati a tifosi neutrali,

 17.200  posti nei settori X e Y destinati ai tifosi del Liverpool,

presenti nei  2  settori in  25.000  al momento degli incidenti.

 9.299  la capienza dei posti a sedere della tribuna distinti.

 23.300  posti nei settori O, N, M destinati ai tifosi della Juventus.

 6.343  i posti a sedere della tribuna stampa e d'onore.

Verrà demolito il  23.8.1994  e ricostruito col nome di "Re Baldovino".

NUMERI e HEYSEL
IL SERVIZIO D'ORDINE

 IL SERVIZIO D'ORDINE 

 1300  gendarmi dichiarati nel piano sicurezza

di cui  400  effettivi all'Heysel.

Le carte della Gendarmeria segnavano dislocati  190  uomini in uniforme,

più  8  in borghese e  30  gendarmi a cavallo,

di cui  85  destinanti ai punti caldi.

Accanto alla rete che separava i settori Y e Z erano presenti solo  5  agenti,

 1  poliziotta con il cane ed altri  6  agenti sul prato,  28  gendarmi

e  1  capitano fuori allo stadio ad inseguire  1  o forse  2  rapinatori

di  900  franchi belgi ( 22,31  euro) dalla cassa di  1  venditore di salsicce.

 0  batterie presenti nei walkie-talkie della gendarmeria nello stadio,

 0  equipes di rianimazione presenti nei pressi dello stadio.

NUMERI e HEYSEL
I DISORDINI

 I DISORDINI 

Ore  19,08  la prima carica degli hooligans

chiamata da un ex parà inglese reduce dalla guerra delle Falkland.

Ore  19,15  il tragico epilogo nel settore Z della curva nord.

Ore  19,22  l'ora in cui vengono richiesti rinforzi dalla Gendarmeria.

Ore  19,29  l'ora in cui sopraggiungono i rinforzi della Gendarmeria.

Ore  19,38  l'ora in cui si unisce anche un  3°  squadrone della Gendarmeria.

Ore  19,49  l'ora del ritiro degli Hooligans dal settore Z.

Sul luogo degli incidenti accorrono nel giro di  1  ora

 14  squadre di medici e  65  ambulanze.

Il messaggio apparso sul tabellone dell'Heysel durante i disordini:

"Si prega di contenere ogni manifestazione di gioia

o di disapprovazione nei limiti della sportività

e di collaborare con i servizi di sicurezza

nell'esercizio delle loro funzioni".

NUMERI e HEYSEL
LA TRAGEDIA

 LA TRAGEDIA 

  39  morti,  32  italiani,  4  belgi,  2  francesi,  1  irlandese.

Di questi  36  uomini e  2  donne,  1  bambino di  11  anni.

 400  feriti di cui  257  in modo più grave.

 3  le ore di attesa dei familiari fuori all'obitorio dell'ospedale militare di Jadde

prima  del riconoscimento ufficiale del corpo di Roberto Lorentini.

 3  per volta la raccolta dei corpi sui quali venivano effettuate le autopsie

dai  6  medici militari divisi in  2  squadre da  3 

dalle ore  16.00  alle  24.00  del  30  maggio  1985 .

Dalle ore  23.30  all’ 1.00  l'orario segnato nei certificati di morte

rilasciati dall'ospedale notificando tutti i decessi per "causa accidentale".

NUMERI e HEYSEL
LA PARTITA

 LA PARTITA 

 400.000.000  di telespettatori hanno assistito alla diretta.

Ore  21.15  i due capitani di Liverpool e Juventus, Neal e Scirea,

leggono all'altoparlante dello stadio il comunicato predisposto dall'Uefa:

"La partita si giocherà per consentire alle forze dell'ordine

di organizzare l'evacuazione dello stadio. Mantenete la calma.

Non rispondete alle provocazioni. Giocheremo per voi."

Ore  21.35  Le squadre della Juventus e del Liverpool entrano in campo.

Juventus (4-3-1-2 )

Tacconi, Favero, Brio, Scirea, Cabrini  Bonini, Tardelli, Boniek

Platini, Briaschi (Prandelli  84 '), Rossi (Vignola  87 ')

All. Giovanni Trapattoni.

 Liverpool ( 4-3-3 )

Grobbelaar, Neal, Hansen, Lawrenson (3' Gillespie), Beglin,

Nicol, Wark, Whelan  Dalglish, Rush, Walsh (46’ Johnston)

All. Joe Fagan

Arbitro: Andrè Daina (Svizzera)

Alle ore  21.42  il calcio di inizio del Liverpool.

Ore  22.55  al minuto  57 ° dell'incontro il goal su calcio di rigore di Platini.

 1  a  0  per la Juventus il risultato al termine dei minuti regolamentari.

NUMERI e HEYSEL
      LE SANZIONI SPORTIVE

 LE SANZIONI SPORTIVE   

 8,5  ore di riunione dell'Uefa per decretare

 3  anni di sospensione supplementare al Liverpool dalle competizioni europee

al termine di quella per le squadre inglesi a tempo indeterminato.

Saranno  5  per le inglesi e  6  per il Liverpool dopo la riammissione nel  1990 .

 2  turni da giocare a porte chiuse per la Juventus in Coppa dei Campioni.

 10  anni d'inibizione alla Federazione belga di ospitare finali internazionali.

 1990-1991  la stagione nella quale sono riammesse le squadre inglesi

in tutte le competizioni calcistiche internazionali, a  5  anni dall'Heysel.

NUMERI e HEYSEL
      IL DANNO e LA BEFFA

 IL DANNO e LA BEFFA   

 150  mila lire chieste a Otello Lorentini dal giornale "La Nazione"

per aver pubblicato i ringraziamenti alla città di Arezzo dopo i funerali del figlio.

 1  modulo di rimborso per le spese dell'ambulanza belga

richieste tramite la USL di Arezzo al Papà di Giuseppina Conti.

NUMERI e HEYSEL
 LA SOLIDARIETA'

 LA SOLIDARIETA'   

A pochi mesi dalla strage i familiari delle vittime hanno ricevuto in lire:

 6  milioni di contributo CEE,  5000  sterline dal governo britannico,

 3  milioni dal Governo italiano e altri milioni dalla fondazione "Edoardo Agnelli"

che raccolse  18.078.000  lire dalla Juventus Football Club.

 100  milioni a testa versati alle vittime dalla Fiat e dall'Ifil.

 7  milioni a testa da ciascuno dei calciatori della Juventus.

 639  milioni da privati e gruppi juventini.

 0  lire dalla Lega e dalla Federcalcio italiana.

NUMERI e HEYSEL
L'ASSOCIAZIONE

 L'ASSOCIAZIONE 

Nel novembre  1985  Otello Lorentini convoca in un albergo

ad Arezzo le  31  famiglie delle vittime italiane

ed in data  2  Marzo  1986  nasce

"L'associazione fra le famiglie delle vittime di Bruxelles".

Al processo aderiscono solo  19  famiglie,

 4  offrono soltanto un'adesione morale,  8  si astengono.

A queste si aggiungono le altre  6  europee e  18  feriti.

NUMERI e HEYSEL
LA GIUSTIZIA

 LA GIUSTIZIA 

 6  anni e  3  gradi di giudizio

Tribunale Correzionale, Corte d'Appello, Corte di Cassazione

NUMERI e HEYSEL
I RESPONSABILI

 I RESPONSABILI 

"Omicidio"

Gli hooligans inglesi di cui soltanto  26  processati

poiché riconosciuti colpevoli dai filmati delle televisioni

"Omessa prevenzione"

L'Uefa:

Jacques Georges Presidente Uefa e Hans Bangerter Segretario Uefa

La Federcalcio belga:

Albert Rossens, Segretario Federcalcio belga

Il Governo belga:

Charles Ferdinand Nothomb,  Ministro degli Interni

La Municipalità belga:

Hervè Brouhon, Borgomastro di Bruxelles

La Gendarmeria belga:

Generale Barnaert,  Comandante della Gendarmeria

Maggiore Michel Kensier,  Comandante del distretto di Bruxelles

Colonnello Alfons Van der Brocht e Capitano Johan Mahieu,

Responsabili ordine e sicurezza dello stadio

NUMERI e HEYSEL
   IL PRIMO PROCESSO

 IL PRIMO PROCESSO 

 6  mesi e  11  giorni la durata del primo giudizio.

 48.000  pagine il dossier giudiziario.

 3  anni dopo la strage si svolge la prima udienza in Corte di Assise

davanti al giudice Pierre Verlynde ed al pubblico ministero Pierre Erauw.

A rappresentare l'associazione delle vittime  4  legali:

l'avvocato Daniel Vedovatto corrispondente a Bruxelles,

gli avvocati Paolo Enrico Ammirati di Arezzo,

Domenico Mammoli di Perugia, Bruzio Pirrongelli di Roma.

Sul banco degli imputati  26  hooligans assistiti da  40  legali,

Jacques Georges e Hans Bangerter, Presidente e Segretario Uefa,

Hervè Brouhon, Sindaco di Bruxelles, Vivianne Baro, Assessore allo sport,

Albert Roosens, Segretario dell'Unione Calcio belga,

Michel Kensier e Johan Mahieu, Maggiore e Capitano della Gendarmeria,

responsabili del servizio d'ordine allo stadio Heysel

 4  gli imputati belgi assistiti da  12  legali

 45  volumi agli atti,  50.000  pagine di atti istruttori,

 18   ore di registrazioni televisive,  100  richieste di risarcimento,

 420  persone in aula

NUMERI e HEYSEL
     LE PRIME CONDANNE

 LE PRIME CONDANNE 

Dopo  5  mesi,  84  udienze e  260  ore di dibattito, il  28.03.1989 

il verdetto del tribunale di Bruxelles per la strage allo stadio Heysel

con lettura delle  564  pagine della sentenza, durata  6  ore:

 10  imputati inglesi assolti per "insufficienza" di prove.

 1  imputato con posizione stralciata poiché già detenuto per altri reati.

 14  quelli condannati, tutti a  3  anni, metà di loro con la condizionale.

 9  mesi con la condizionale e  500  franchi di multa  al capitano Mahieu.

 6  mesi con la condizionale e  30.000  franchi di multa

ad Albert Roosens, il  segretario dell'Unione Calcio belga.

 33,5  miliardi di risarcimento all'Unione Calcio belga.

Assoluzione  all'Uefa,

al Sindaco di Bruxelles Hervè Brouhon,

all'Assessore allo sport Vivianne Varo.

Dai  4  ai  7  milioni di lire a testa gli indennizzi morali ai parenti delle vittime

NUMERI e HEYSEL
L'APPELLO

 L'APPELLO 

La prima udienza è in data  12.03.1990 

Le sentenze del  26.06.1990  confermate in cassazione nel  1991 

Dei  10  condannati al primo giudizio:

 1  imputato assolto per "insufficienza" di prove,  9  condannati

a  4  anni, con la condizionale e  60.000  franchi di ammenda.

Altri  3  condannati a  5  anni con la condizionale e  60.000  franchi d'ammenda

Ad Hans Bangerter, Segretario dell' Uefa,

 3  mesi con la condizionale e  30.000  franchi di ammenda.

Riduzione a  3  mesi con la condizionale e  500  franchi di multa

al maggiore Michel Kensier della Gendarmeria.

Assoluzione al capitano Mahieu della Gendarmeria.

NUMERI e HEYSEL
I RISARCIMENTI

 I RISARCIMENTI 

Furono promessi inizialmente dai  10  ai  20  miliardi di lire.

Secondo il reddito dichiarato le somme di risarcimento delle famiglie

delle vittime e dei feriti  variarono da  14  a  400  milioni in lire,

ripartite  fra Stato e Federazione belga e Uefa.

NUMERI e HEYSEL
        ANFIELD ROAD, 5.04.2005

 ANFIELD ROAD, 5.04.2005 

Le squadre del Liverpool e della Juventus si incontrano per la prima volta

 20  anni dopo l'Heysel per i quarti di Champions League ad Anfield Road.

NUMERI e HEYSEL

        FONTI NUMERI e HEYSEL

 FONTI NUMERI e HEYSEL 

"Heysel Le verità di una strage annunciata

"Heysel Una tragedia europea"

NOTA BENE: Numeri e informazioni di questa pagina sono a disposizione di chiunque le voglia pubblicare, a condizione di citarne la fonte (Saladellamemoriaheysel.it), poichè frutto di uno studio altrui. Grazie.
 
NUMERI e HEYSEL
 

www.saladellamemoriaheysel.it  Domenico Laudadio  ©  Copyrights  22.02.2009  (All rights reserved)