Privacy Policy Cookie Policy
GIUSEPPINA CONTI ♥
www.saladellamemoriaheysel.it   Sala della Memoria Heysel   Museo Virtuale Multimediale
Giuseppina Conti ❤ (Il Campo di Calcio)
   Giuseppina Conti   39 Angeli   Roberto Lorentini   Cerimonie di Arezzo   In Memoriam   
ITALIA   26-01-1968   Rigutino (AR)   Anni 17

L'Arezzo: "Gestiremo lo stadio di Rigutino e ci investiamo"

L'assessore: "Soluzione per il Giusy Conti"

di Luca Serafini

C’è l’Arezzo per il campo sportivo Giusy Conti di Rigutino. Ed è una buona notizia. Dopo il bando andato a vuoto e il triste disarmo della struttura, la stessa Società Sportiva Arezzo con un comunicato ha affermato ieri che l’interessamento del club per l’impianto "non è in alcun modo venuto meno". Nel comunicato si legge: "La Società ha anzi provveduto a completare nei giorni scorsi l’iter burocratico previsto dalla normativa vigente, dialogando costantemente con l'Assessorato allo Sport in ogni fase del percorso intrapreso. Già nei prossimi giorni sono attese novità a tal proposito". Il dialogo tra Comune e Cavallino sta per concretizzarsi in un progetto: "Il club amaranto - prosegue la nota - crede infatti che la gestione e l'utilizzo dell’impianto, situato a pochi centinaia di metri dall’hotel dove alloggiano alcuni dei propri calciatori ed è sede dei ritiri della prima squadra, debba essere centro di aggregazione sociale e possa rappresentare senza alcun dubbio un ulteriore passo in avanti nella logistica e nell'organizzazione delle attività, anche giovanili, della Società Sportiva Arezzo". La presa di posizione arriva all’indomani del servizio del Corriere che raccoglieva l’amarezza del vecchio gestore del Giusy Conti, preoccupato per le sorti di una struttura valida ma in questa fase sotto utilizzata dopo il bando andato deserto, che presupponeva una serie di interventi di adeguamento delle strutture per un impegno di spesa di 35 mila euro. L’assessore allo sport Federico Scapecchi (foto), conferma: "E’ in dirittura di arrivo la proposta definitiva da parte della S.S. Arezzo per effettuare i lavori di riqualificazione e la successiva gestione dell'impianto. Mi preme inoltre ripercorrere la storia degli ultimi anni dello Stadio di Rigutino, gestito dalla Virtus Lignano che ringrazio per l'impegno profuso". Scapecchi afferma: "Chi oggi accusa l'amministrazione comunale (riferimento alle opposizioni consiliari n.d.r.) di aver estromesso l'associazione sportiva dalla futura gestione dell'impianto a causa del bando di riqualificazione che prevedeva lavori per 35 mila euro dovrebbe studiarsi gli atti, o per lo meno ricordare che la Giunta Fanfani in data 13/06/2014 (delibera n.311) aveva revocato la gestione alla Virtus Lignano. Motivo? La società non aveva inviato il progetto definitivo dei lavori di riqualificazione a proprio carico per 73.800 euro. Quindi 8 anni fa la Virtus Lignano fu cacciata per non aver portato avanti lavori per un importo più che doppio". L’assessore va avanti: "Per fortuna l'anno successivo la Giunta Ghinelli (delibera n.416 del 20/08/2015), riconoscendo la notevole rilevanza sportiva e sociale, riaffidò temporaneamente la gestione dell'impianto alla Virtus Lignano. Tuttavia le gestioni scadute devono essere rinnovate, e l'unica via per farlo è un bando: pubblico, trasparente e aperto a tutti. Decorsi i termini del bando, andato deserto, l'amministrazione comunale può valutare assegnazioni dirette a patto che le condizioni proposte dagli interessati siano equivalenti, o più vantaggiose per la collettività: è proprio quello che sta facendo la S.S. Arezzo, che ha proposto al Comune di farsi carico non solo dei lavori di riqualificazione previsti dal bando ma anche di ulteriori migliorie". L’assessore allo sport Scapecchi assicura quindi che il Giusy Conti non rischia affatto il degrado come il Roberto Lorentini di Pescaiola (altra struttura dedicata alle vittime aretine dell’Heysel": "L'interesse della società, che non ha fatto retromarcia, viste anche le dichiarazioni del Presidente Manzo. Contiamo al più presto di ricevere le ultime integrazioni documentali richieste dagli uffici per poter procedere". Si parla anche di un’area ludica nel contesto del rinnovato campo sportivo di Rigutino.

4 dicembre 2022

Fonte: Corrierediarezzo.corr.it

© Fotografia: Google Maps

Arezzo, lo stadio di Rigutino dedicato a Giusy

Conti vittima dell'Heysel resta senza gestione

di Luca Serafini

È un bello stadio e il fatto che sia intitolato a Giusy Conti, giovane vittima dell’Heysel (1985), rende questo impianto qualcosa di sacro. Ma la vita sportiva nel rettangolo verde di Rigutino è agli sgoccioli. Il gestore Paolo Polvani alza le braccia dopo che il bando del Comune sembra aver prodotto solo guai e nessuna prospettiva concreta. Messa fuori gioco la vecchia gestione per costi e condizioni improponibili, è stata stoppata la proposta della Sansovino che pure si era fatta avanti, infine si è registrata la retromarcia dell’Arezzo calcio che sembrava interessata. Il risultato di tanta incertezza è che oggi il campo di Rigutino è sottoutilizzato, con la sola squadra del campionato Uisp che qui si allena una volta alla settimana e ci gioca la partita interna ogni due settimane. Polvani tiene aperta la struttura, accesa l’illuminazione e in funzione le docce esclusivamente per la compagine amatoriale, ma la riconsegna delle chiavi è dietro l’angolo. Un pasticcio che forse si poteva evitare. "Per prendere in gestione lo stadio dovevamo ristrutturare le tribune e gli impianti elettrici, un impegno oneroso, da 35 mila euro, e questo ci ha tagliati fuori" spiega Polvani "anche perché ci eravamo dovuti già accollare la rimozione degli abusi precedenti, smantellati a nostre spese, per un importo notevole e senza poter contare più, tra l’altro, su certi spazi come stand e cucine, che ci consentivano di organizzare eventi e cene dai quali ricavare soldi per andare avanti." La società dunque non ha partecipato al bando del Comune, di cui in questo periodo tanto si parla con botta e risposta tra opposizione del Pd in consiglio comunale e amministrazione comunale che difende le scelte con l’assessore Scapecchi. "Lo stadio di Rigutino rischia l’abbandono come abbiamo visto per altri impianti come il Roberto Lorentini di Arezzo (intitolato all’altra vittima aretina dell’Heysel n.d.r.); quando un campo non è utilizzato, vissuto, curato, va tutto in malora e ci entrano dentro malintenzionati a portare via ogni cosa. È un peccato perché la struttura è valida, con impianto di illuminazione, vicino al polo scolastico, a due passi dalla Strada regionale 71". L’amarezza è accentuata dal fatto che nei mesi scorsi una soluzione praticabile, che sembrava dare garanzie era arrivata da Monte San Savino. C’era interesse del club arancioblù per poter disporre di questo campo per le attività del settore giovanile. C’erano stati anche contatti e incontri con il Comune ma tutto è svanito, racconta Polvani, nel momento in cui l’amministrazione comunale si è orientata verso una possibile gestione da parte dell’Arezzo, che tra l’altro in zona, al Planet, dispone di una struttura ricettiva di proprietà. La Sansovino così si è fatta da parte, non c’è rimasta bene, ed ha impostato la sua stagione facendo affidamento su altri impianti. Ma il club amaranto dell’Arezzo almeno per ora non ha preso lo stadio di Rigutino. "Ora dispiace vederlo morire" commenta Polvani "nella vicina frazione di Vitiano grazie alla proroga di un anno, la gestione prosegue sul binario precedente ma qui da noi la situazione sembra al capolinea. Ci è stato chiesto di andare avanti per tenere attivo il campo sportivo ma in questa fase con le risorse disponibili siamo alle prese con le pesanti utenze dell’energia elettrica e del gas, mentre le entrate sono ridotte al minimo. Non possiamo andare avanti, lo facciamo per rispetto della squadra che ancora ospitiamo qui ma la situazione è insostenibile". Amarezza da parte di Francesco Conti, fratello di Giuseppina: "Accanto al valore di memoria che lo stadio ha per la mia famiglia, tutta la comunità di Rigutino è penalizzata: la mancata valorizzazione è probabilmente conseguenza di scelte errate, spero che venga trovata una soluzione nell’interesse generale".

3 dicembre 2022

Fonte: Corrierediarezzo.corr.it (Testo © Fotografie Articolo)


www.saladellamemoriaheysel.it  Domenico Laudadio  ©  Copyrights  22.02.2009  (All rights reserved)